domenica 29 Novembre 2020 Luca Paglia passa con il Pd decariano, Parente: “Un fuoco di Paglia che non riscalda” | infosannionews.it domenica 29 Novembre 2020
Smooth Slider
Benevento. L’Ordinanza di chiusura delle scuole

Benevento. L'Ordinanza di chiusura delle scuole

ORDINANZA SINDACALE prot. 116762 del 28/11/2020 IL SINDACO VISTI: -Il ...

AltraBenevento.Compare la misteriosa delibera per blindare il comandante della Polizia Municipale.

AltraBenevento.Compare la misteriosa delibera per blindare il comandante della Polizia Municipale.

"Cultura, Spettacoli ed Attività produttive migrano in altri settori. Cambia ...

Due Forchette Gambero Rosso al Foro dei Baroni,Rubano:Puglianello culla di grandi Chef

Puglianello si conferma cittadina delle eccellenze. Ieri è uscita la ...

Di Dio : “Legittime le nomine del Presidente Gesesa  dei componenti del CdA della Fondazione Città Spettacolo?”

Di Dio : Legittime le nomine del Presidente Gesesa dei componenti del CdA della Fondazione Città Spettacolo?

Questa mattina, scrive Italo Di Dio,  ho provveduto a protocollare ...

Calvi. Scoperto area di stoccaggio di rifiuti speciali.

Nel pomeriggio di ieri 27/11/2020 militari del Gruppo Carabinieri Forestale ...

Luca Paglia passa con il Pd decariano, Parente: “Un fuoco di Paglia che non riscalda”

21/11/2020
By

Il consigliere comunale di Benevento Renato Parente ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Non può che farci sorridere la recente scelta del Pd decariano di inglobare tra le loro ormai esigue truppe il consigliere provinciale Luca Paglia. Per rimpinguare le scarse forze attingono infatti proprio a mastelliani ed ex mastelliani, nonostante poi vadano predicando lontananza da Mastella. Il Pd decariano, sempre più in crisi di identità, voti e idee, sta tentando il tutto per tutto pur di assoldare qualche sodale e dare un po’ di fiato alle proprie necessità. La scarsa coerenza dei decariani è pari solo a quella dello stesso Paglia che decide di compiere un triplo salto carpiato all’indietro passando da una vicinanza alla Lega e al centrodestra ad un’adesione al Pd decariano, ovviamente folgorato sulla via dalla parentela a piazza Guerrazzi. Tutto ciò ci sembra quantomeno un segnale di estrema confusione. E infatti, Paglia, in evidente stato confusionale, dice anche una serie di inesattezze sull’Amministrazione comunale e provinciale pur di attaccare Mastella e di affermare la propria folgorante e improvvisa fede piddina decariana. Mentre noi, da Paglia, ora ci aspettiamo un gesto di coerenza: visto che per lui ogni cosa che fa Mastella non è fatta bene e che però è stato eletto proprio con i voti dell’amministrazione Mastella, riteniamo debba dimettersi da consigliere provinciale e lasciare il seggio che gli ha regalato il nostro Sindaco ad un dirigente del partito di Mastella. Al contrario, se, dopo tutti questi salti carpiati all’indietro, decidesse di rimanere al suo posto, dimostrerebbe di essere solo un poltronista”.

Tags: