lunedì 25 Gennaio 2021 Slittamento apertura Scuole. Furno (Pd): “Una città malgovernata” | infosannionews.it lunedì 25 Gennaio 2021
Smooth Slider

Asl Benevento. Dai tamponi 17 positivi

L'Asl di Benevento comunica che sono stati processati oggi 134 ...

Serluca : ” Facciamo chiarezza sulle richieste di pagamento Tari e Imu 2015″

Serluca : Facciamo chiarezza sulle richieste di pagamento Tari e Imu 2015

A seguito delle notizie apparse sulla stampa, scrive l'Assessore Serluca,  ...

Lonardo : “Il Ministro Di Maio non aiuta il Governo Conte. Nessuna fiducia a Bonafede.”

Lonardo : Il Ministro Di Maio non aiuta il Governo Conte. Nessuna fiducia a Bonafede.

“ Vuole i voti per continuare a fare il Ministro ...

Città Aperta: Bando Periferie, ripartire dal Consiglio Comunale.

È sconcertante la superficialità, per non dire la poca trasparenza, ...

Istituto Comprensivo “San Pio”: il gran ritorno degli alunni della scuola media

Istituto Comprensivo “San Pio”: il gran ritorno degli alunni della scuola media

A Pesco Sannita solamente turno antimeridiano deciso dall’ordinanza del sindaco ...

San Pio. Di nuovo un decesso, 4 i nuovi ricoverati. Dai tamponi 20 nuovi casi

Al San Pio un deceduto nelle ultime 24 ore. Nessun ...

Slittamento apertura Scuole. Furno (Pd): “Una città malgovernata”

23/09/2020
By

Intervento dell’esponente del partito democratico Antonio Furno contro la scelta del sindaco relativa allo slittamento dell’apertura delle scuole:

“In Lombardia, la regione più colpita dalla crisi del Covid, la scuola è iniziata il 14 settembre. A Benevento, la città che avrebbe dovuto essere “Covid free”, la scuola inizierà forse il primo ottobre. In questi 16 giorni di differenza c’è tutto il dramma di una città e di una provincia malgovernate. Clemente Mastella, che controlla Comune e Provincia di Benevento, è l’uomo politicamente responsabile di questa situazione. Gli studenti sono stati cacciati dalle loro scuole prima dal Covid e adesso da un’ordinanza del sindaco che, come suo solito, chiude tutto. Il disinteresse per la scuola è tale che Mastella aveva inizialmente chiuso anche le scuole paritarie che nel frattempo erano riuscite ad aprire, per poi dover fare una nuova ordinanza e rettificare che solo gli studenti della scuola pubblica non potranno iniziare le lezioni. Se il sindaco avesse dedicato alla scuola una frazione del tempo che egli ha speso nell’organizzazione di concerti e feste in piazza, oggi ci troveremmo probabilmente con i plessi scolastici in ordine e pronti ad affrontare il nuovo anno scolastico. Sappiamo già che a queste osservazioni il sindaco risponderà che non è colpa sua, che i soldi sono arrivati tardi, che lui si preoccupa per il bene dei bambini e che non vuole problemi. E, molto probabilmente, ci inserirà qualche invettiva. Però, ormai, sono più di quattro anni che questo sindaco non è responsabile di nulla se non delle proprie campagne elettorali. Il signor 100.000 voti qua in città è solo il sindaco dalle 100.000 scuse.”

Tags: ,