venerdì 30 Luglio 2021 Di Santo : “Chi ci accusa di dire falsità lo fa in malafede” | infosannionews.it venerdì 30 Luglio 2021
Smooth Slider
Francesco Maria Rubano confermato vice coordinatore regionale di Forza Italia

Francesco Maria Rubano confermato vice coordinatore regionale di Forza Italia

Di seguito le dichiarazioni del vice-coordinatore regionale Rubano, dell'Europarlamentare Fulvio ...

Il Benevento supera in amichevole la Reggina 3 a 1. Assist-man Oliver Kragl.

Il Benevento incontra la Reggina nel suo terzo test stagionale ...

L'associazione Impegno per Cerreto Sannita da il benvenuto al nuovo Vescovo

Questa mattina come associazione "Impegno per Cerreto Sannita" abbiamo incontrato ...

Covid 19,al “San Pio” restano tre i pazienti ricoverati.

Covid 19,al San Pio restano tre i pazienti ricoverati.

Sono tre i pazienti positivi al Covid-19 ricoverati presso il ...

Accordo Comune di Benevento - ACEA, in città 21 colonnine di ricarica per veicoli elettrici

Si tratta di una convenzione  tra Comune di Benevento ed ...

Di Santo : “Chi ci accusa di dire falsità lo fa in malafede”

03/09/2020
By

Riformulo il mio appello al confronto pubblico.

“Ci hanno accusato di dire falsità. Dispiace per loro, e per la loro malafede, ma le tante cose fatte nei dieci anni dall’amministrazione Carofano e di cui stiamo dando evidenza in questi giorni sono vere. Corrispondono alla realtà e sarebbe bastato poco per verificarle. Probabilmente, però, si è preferito insinuare, alimentare dubbi negli elettori, piuttosto che prendere un documento pubblico ed ufficiale come la relazione di fine mandato (quella del 2015 e quella di quest’anno) per riscontrare il tutto. A chi ci accusa di “fare i conti della massaia” solo perché con una “operazione verità” stiamo rendicontando ogni giorno agli elettori telesini l’importante opera di risanamento, di programmazione, di rilancio e di cambiamento avviata e portata a termine in questi anni dopo i debiti e gli sprechi dell’amministrazione D’Occhio-Caporaso, voglio spiegare che per noi è un complimento. I conti della massaia di Telese Città tornano, non come quelli delle gestioni che nel 2009 portarono allo scandalo “Telesia”. In questa campagna elettorale abbiamo tracciato una strada, quella del rispetto, della chiarezza e della trasparenza, non scenderemo al livello delle schermaglie e delle provocazioni. Riformulo, quindi, il mio appello al confronto pubblico. Non lo chiede Nicola Di Santo. Non lo chiede Telese Città. Lo chiedono gli elettori.”

Tags: