martedì 29 Settembre 2020 Erminia Mazzoni : ” Candidata con De Luca anche perchè ha restituito una parte dei diritti negati ai cittadini della Campania” | infosannionews.it martedì 29 Settembre 2020
Smooth Slider

Covid-19, report ASL: sono 134 i positivi

Non si ferma l'espansione del virus nella nostra Provincia. Sono ...

Lilt Benevento: l'azienda DIMAAR ha donato 200 mascherine alla lega Italiana per la lotta contro il cancro

Nel segno della più nobile beneficenza e della sincera condivisione ...

Nuova Giunta Regionale Raffaele Del Vecchio:”il nuovo esecutivo elevato profilo dei suoi componenti”

Nuova Giunta Regionale Raffaele Del Vecchio:il nuovo esecutivo elevato profilo dei suoi componenti

"Il Presidente De Luca ha varato la nuova giunta regionale, ...

Lorenzo Cicatiello e Roberta Capuano (Democratici e Progressisti) sul dibattito interno al PD

Lorenzo Cicatiello e Roberta Capuano (Democratici e Progressisti) sul dibattito interno al PD

"Il dibattito in corso tra alcuni autorevoli dirigenti del Partito ...

Le Domeniche della Prevenzione a Vairano Patenora

Riprenderanno da Vairano Petenora il giorno 25 ottobre “Le Domeniche ...

Rinviate ad altra data le riprese della trasmisione “Paese che Vai…”

Rinviate ad altra data le riprese della trasmisione Paese che Vai...

Benevento - La produzione della trasmissione di Rai 1 "Paese ...

Erminia Mazzoni : ” Candidata con De Luca anche perchè ha restituito una parte dei diritti negati ai cittadini della Campania”

03/09/2020
By

Erminia Mazzoni, candidata ma non nel Collegio di Benevento con Campania Libera, lista civica che appoggia il Governatore uscente Vincenzo De Luca, questa mattina ha presenziato alla presentazione dei candidati Fernando Errico e Lucia Meccariello, nei giardini della Rocca dei Rettori. Questo quanto ha dichiarato : “Stamattina mi hanno chiesto ma non siete candidata con noi, so però che vi siete candidata consiglio regionale quindi siete sempre pronta per darci consigli. Io ho chiaramente risposto assolutamente sì domani più di oggi è più di ieri perché il senso è questo, il senso della partecipazione e della condivisione del pensiero con la comunità e con i cittadini, quello della rappresentanza istituzionale che per me rimane sempre comunque centrale nell’impegno politico. Poi essere qui al fianco dei candidati Lucia e Fernando mi suggerisce anche un altro messaggio importante: siamo una squadra, siamo candidati di Campania libera a sostegno del presidente De Luca e quindi non c’è un luogo nel quale non portare avanti il discorso di presenza sul territorio, di una rappresentanza civica che vuole però dare risposte serie ai cittadini. Io quindi credo che da qui, da Benevento, da Napoli, da Salerno noi saremo comunque tutti quanti impegnati a fare un’unica cordata per sostenere quel simbolo al fianco di De Luca. Per me è un nuovo inizio dopo 6 anni. Io mi ricandido e, confesso oggi che 6 anni fa avevo detto non mi candido e non mi candiderò più. Sono venuta meno a quelli impegni presi con me stessa ma devo dire che ho cambiato idea, mi piace dire che ho cambiato idea e ho deciso di candidarmi perché il il passo dell’amministrazione del presidente De Luca, e mi permetto di sottolineare in fase pre covid poi la gestione dell’emergenza lo ha qualificato ancor di più dal mio punto di vista, quindi nei cinque anni di amministrazione ordinaria del nostro territorio, ha restituito una parte dei diritti negati ai cittadini della Campania, ci sono stati dei traguardi raggiunti che io non posso negare. Quindi 5 anni fa da libera cittadina avevo deciso che non ricandidarmi, non ho aderito ad alcun partito e finalmente, dopo tanti anni di impegno, potevo votare liberamente, come fate tutti quanti voi, da non candidata non legata da vincoli di appartenenza. Ho scelto liberamente 5 anni fa, rifiutando in quel caso una proposta di candidatura. Oggi ho scelto di essere un supporter elettorale di Vincenzo De Luca, di esprimere il mio voto è di consigliare a quanti avessero chiesto di votare Vincenzo De Luca perché in questo caso io esprimo il punto più alto del virtuosismo della democrazia e del sistema elettorale che ogni 5 anni rinnova le amministrazioni, si rinnovano le assemblee elettive, per dare al cittadino la possibilità di valutare la bontà del proprio voto e dire ho sbagliato, cambio idea ovvero sono convinto del voto espresso perché i 5 anni mi hanno dato conferma della bontà di quella scelta. Beh 5 anni fa io con il mio voto ho detto non sono contenta delle performance delle persone che ho votato nel 2010. L’amministrazione, il governo Caldoro 2010-2015 non mi ha vista sicuramente sostenitrice anzi nel corso di quel periodo di quelle amministrazioni io ero europarlamentare e ci sono stati momenti di non condivisione su questioni nevralgiche come la questione dei rifiuti, delle infrastrutture, delle grandi opere. Io ho avversato scelte che per me non erano per il territorio. Quindi nel 2015 in maniera convinta, da cittadino libero che decide di scegliere qualcosa, ho investito su Vincenzo De Luca. Oggi confermo la bontà di quell’investimento e quindi sono candidata con il presidente Vincenzo De Luca. Sono espressione di una lista civica e quindi confermo anche la coerenza con il mio percorso politico. Rimango espressione di una storia, quella della democrazia Cristiana, della quale vado orgogliosa e continuo a portarla avanti perché quei valori devono rimanere vivi ma con l’attenzione di non strumentalizzarli dentro piccole sigle, sigle che valgono allo 0,4, 0,3% a livello nazionale.

Io ho sempre sostenuto quando agitavo le battaglie di competenza della regione, che la regione è un ente sovraordinato che non può pensare di gestire le proprie funzioni e le proprie competenze guardando ai singoli territori, deve avere la capacità di avere una dimensione di visione sovraprovinciale quindi appunto di territorio ampio, di territorio regionale, per poter mettere a sistema tutti i valori delle singole realtà. Per  la mia candidatura a Napoli  sono grata al presidente De Luca e anche al vice presidente Fulvio Bonavitacola che  mi hanno, diciamo, caldeggiato una risposta positiva.

Le zone interne e le zone costiere rimarranno sempre tali perché coreograficamente e geograficamente il nostro territorio è fatto da questo,  è composto da questi elementi che dovranno riuscire a comporsi in unità. Se noi ragioniamo in termini di meridionalismo intelligente non pretendiamo un attenzione solo al sud, pretendiamo una politica che abbia una caratura nazionale e che sappia ricomprendere il mezzogiorno come parte di un unicum di un paese. Trsferendo lo stesso ragionamento  sul piano regionale bisogna rivendicare un’attenzione specifica, mirata, perché solo se si ha la dimensione globale si riesce ad andare avanti. E questo ragionamento io lo porto avanti ancor di più perché ho la passione da sempre della dell’Europa, dell’unione europea e quindi di quelle che sono le positività che possono arrivare dall’ Unione Europea. l’Unione Europea ci chiede di realizzare progetti di macro aria, progetti che abbiano una dimensione più ampia  dai quali possa derivare crescita dei territori interessati.  E’ difficile pensare che si possa andare a Bruxelles a rivendicare una attenzione finanziaria o progettuale per la sola città di Benevento. Noi possiamo andare a Bruxelles a raccontare il nostro progetto di sviluppo come regione Campania e come Benevento all’interno di un contesto più ampio e quindi  Benevento dovrà essere al tavolo della regione, dovrà essere al tavolo da protagonista.”

Tags: