giovedì 1 Ottobre 2020 Renato Giordano tende la mano al Conservatorio ma il programma è comunque già definito | infosannionews.it giovedì 1 Ottobre 2020
Smooth Slider

Telese. Inaugurata la sede aggiuntiva dell' I.I.S. Telesi@

Di Maria: presto tavolo con nuova amministrazione per eventuali modifiche ...

Antonella Zollo si Laurea in Tecnologie Alimentari

Con piena regolarità e brillanti risultati, la spigliata e dinamica ...

Concorso magistratura: la Sen. Lonardo interroga il Ministro Bonafede

Concorso magistratura: la Sen. Lonardo interroga il Ministro Bonafede

“Il tema della giustizia da sempre riveste grande rilevanza nella ...

Un caso di positività al Covid 19 al Fatebenefratelli di Benevento.

Un caso di positività al Covid 19 al Fatebenefratelli di Benevento.

La Direzione dell'Ospedale Sacro Cuore di Gesù comunica la positività ...

Campagna Il vaccino contro l’influenza. All'Asl iniziate le vaccinazioni, le Istituzioni le prime a dare esempio.

E' partita questa mattina la Campagna "Il vaccino contro l’influenza", ...

Intitolazione della sala formazione e convegni ad Angelo Mario Biscardi

Sabato 3 ottobre 2020, alle ore 11.30, nel 35° Anniversario ...

Renato Giordano tende la mano al Conservatorio ma il programma è comunque già definito

03/08/2020
By

Presentazione della 41° edizione Benevento Città Spettacolo caratterizzata dalla polemica sorta tra Renato Giordano, responsabile di tutto come ha detto Clemente Mastella ed il Conservatorio di Musica di Benevento.

Tutto nasce dal fatto che la prima della kermesse, che  si terrà il 24 Agosto al Teatro Romano, era stata affidata, almeno dalle dichiarazione di Verga e Ilario, al Conservatorio di Benevento salvo poi senza chiarimenti e possibilità di contrattazione, venire scippata e consegnata  a Vincenzo Salemme ed al suo Spettacolo ” Napoletano ? E famme ‘na pizza!”.

Durante la conferenza stampa Giordano ha teso la mano nuovamente al Conservatorio ma, in ogni caso, se davvero il pomo della discordia è quello, la frittata è fatta. Noi non sappiamo come siano andate realmente le cose, fatto sta che appare alquanto strano e disdicevole che una collaborazione tra istituzioni locali sia stata interrotta in siffatto modo.

Tornando al programma della Kermesse, come al solito è molto variegato e cerca di accontentare più gusti con diversi artisti di grido come Vincenzo Salemme, Francesco Gabbani, Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana, Ghali e Geolier.

Nel particolare questo è il programma

Tags: