domenica 29 Gennaio 2023 Sarro: approvato il progetto per la ristrutturazione dell’Ospedale “Ave Gratia Plena” di Piedimonte Matese. | infosannionews.it domenica 29 Gennaio 2023
  • Pd: Cacciano e Del Basso De Caro, il giorno della riscossa
Smooth Slider

Si cerca il tema del Design per la BeneBiennale

Il design è soprattutto l’intelligenza che si diverte e studia ...

Accademia superata in casa dal Volleyro

Brutto stop per l'Accademia Volley che ieri sera è stata ...

EdilBen Sant'Agnese: il punto su under 15 e under 17

Nuovo anno, nuove sfide per l’EDILBEN Basket Sant’Agnese che si ...

Il Comitato Sannita Abc manifesta davanti la Regione Campania e chiede un incontro a De Luca

Ieri pomeriggio, 27 Gennaio 2023,  il Comitato sannita Abc, con ...

Tradizione Ceramista, firmato il patto di amicizia tra Cerreto Sannita e Rutigliano

A Rutigliano, in provincia di Bari, è stato stipulato il ...

L’Anpi di Benevento per la memoria dell’Olocausto e per la lotta alle discriminazioni

La sezione di Benevento dell’Anpi ha celebrato il Giorno della ...

Stampa articolo Stampa articolo

Sarro: approvato il progetto per la ristrutturazione dell’Ospedale “Ave Gratia Plena” di Piedimonte Matese.

11/08/2012
By

Con delibera del Direttore Generale dell’Asl Caserta n.1119 del 6 agosto 2012, è stato approvato il progetto preliminare per la ristrutturazione e la messa in sicurezza dell’edificio dell’Ospedale “Ave Gratia Plena” di Piedimonte Matese.

Senatore Avv. Carlo Sarro

L’intervento, del valore complessivo di 16,5 milioni di Euro, prevede importanti opere di adeguamento funzionale e di messa in sicurezza del nosocomio matesino, particolarmente importanti non solo per la riqualificazione del presidio e, quindi, per il miglioramento della qualità dei servizi sanitari erogati, ma anche perchè indica in modo chiaro che, nella geografia sanitaria campana, l’ospedale di Piedimonte Matese potrà svolgere una funzione strategica.

 I lavori finanziati ai sensi dell’articolo 20 della legge n.67 del 1988 (terza triennalità), saranno realizzati con garanzia di esecuzione, una volta espletate le gare, e di assoluta celerità.

 “Non posso che esprimere viva soddisfazione per questo importante passo in avanti nella riqualificazione del nostro ospedale. – afferma il Senatore Avv. Carlo Sarro In tal modo, è evidente a tutti che la Regione Campania, gestione Caldoro, intende sul serio investire sul nostro territorio garantendo un centro di erogazione di servizi sanitari sempre più efficiente e qualitativamente affidabile; dopo la scelta, compiuta in sede di pianificazione sanitaria, di mantenere l’ospedale di Piedimonte Matese nella sua originaria consistenza, senza cioè alcuna riduzione di servizi, giunge ora la decisione di andare avanti nella riqualificazione e messa in sicurezza dello stabile a dimostrazione che la scelta di rafforzare Piedimonte nella geografia sanitaria regionale, è ormai irreversibile. A questo bisogna aggiungere che significative risorse sono state proprio di recente attribuite per potenziare le prestazioni sanitarie del nosocomio, a partire dall’acquisto della nuova Tac e del nuovo ecografo presso l’Utic; a breve, spero di poter annunciare anche un altro significativo intervento sempre a favore del nostro ospedale.

Credo che la direzione imboccata sia quella giusta e che su questa strada bisogna proseguire: in tal senso va il mio impegno a sostenere ogni utile iniziativa capace di migliorare per funzionalità e qualità le prestazioni sanitarie, anche alla luce della mia recente esperienza personale, ricordando che l’impegno di ogni buon politico è quello di favorire la sanità, nell’esclusivo interesse dei cittadini”.

Infine, dal componente della Commissione Bicamerale Antimafia arriva un “sentito ringraziamento per l’impegno profuso e la quotidiana attività in favore del nostro Ospedale e del suo rilancio all’amico Senatore Dott. Raffaele Calabrò, consigliere per la Sanità del Governatore della Campania, al Direttore generale dell’Asl Caserta Dott. Paolo Menduni e al Direttore Sanitario del presidio Dott. Alessandro Accinni”.   

Stampa articolo Stampa articolo