sabato 11 Luglio 2020 2 Giugno, Cerimonia più sobria per le misure straordinarie di contenimento | infosannionews.it sabato 11 Luglio 2020
Smooth Slider
Il Comitato “Centro Storico” incontra Ambrosone e Coppola per proposte su viabilità e pulizia

Il Comitato Centro Storico incontra Ambrosone e Coppola per proposte su viabilità e pulizia

"In data odierna, a seguito della nota protocollata al “n. ...

GESESA-Tocco Caudio: interruzione idrica notturna

GESESA-Tocco Caudio: interruzione idrica notturna

Comunichiamo che a causa di un guasto improvviso di cui ...

Adeguamento scuole emergenza Covid, 15.000 euro al Comune di Limatola

Adeguamento scuole emergenza Covid, 15.000 euro al Comune di Limatola

Il Comune di Limatola ha ricevuto la somma di 15.000 ...

Stanziati definitivamente fondi per 13 milioni di euro per l'edilizia scolastica nel sannio

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha ...

Minoranza consiliare Pago Veiano, olezzi putridi dall’isola ecologica, l’opposizione: “Va dislocata!”

Minoranza consiliare Pago Veiano, olezzi putridi dall'isola ecologica, l'opposizione: Va dislocata!

“La situazione di quanti vivono nelle vicinanze di via Giovanni ...

2 Giugno, Cerimonia più sobria per le misure straordinarie di contenimento

02/06/2020
By

A causa dell’emergenza epidemiologica e delle misure straordinarie di contenimento la celebrazione del 2 Giugno si è svolta in tono dimesso.

Senza partecipazione dei cittadini e con discorso solo affidato al Prefetto dott. Francesco Antonio Cappetta i festeggiamenti per il 2 Giugno, Festa della Repubblica Italiana, si sono svolti questa mattina in Piazza Castello con la deposizione di una corona ai piedi del monumento dei Caduti con l’alza bandiera di fianco allo stesso. Hanno comunque partecipato le più alte cariche istituzionali civili e militari con il Sindaco Clemente Mastella, il presidente della provincia Antonio Di Maria, il questore dott. Luigi Bonagura, il comandante provinciale dei Carabinieri tenente colonnello Germano Passafiume, l’arcivescovo Felice Accrocca, il comandante della Polizia Municipale Fioravante Bosco, il direttore del Conservatorio M° Giuseppe Ilario e tanti altri.

Il Prefetto Cappetta ha ricordato come nei momenti di difficoltà l’unione, il tricolore ed i valori della patria sono le cose più importanti e che ci uniscono malgrado tutto. Tanti italiani in questa occasione hanno esposto il tricolore ai balconi proprio per testimoniare questo senso di appartenenza.

Non poteva mancare poi un accenno alla pandemia relativa al Covid 19 che ha poi influenzato anche la cerimonia odierna alla quale mancava  il picchetto d’onore delle varie forze armate, i vari Gonfaloni degli Enti Istituzionali, i bambini delle scuole e l’Unicef e tutti gli altri protagonisti che ogni anno rendevano omaggio al tricolore. 

E’ andata bene, ha detto Cappetta, se non fosse stato per quegli episodi di contagio a Villa Margherita, probabilmente ce la saremmo cavata con molti meno contagi. Erano casi isolati e sempre circoscrivibili a quella situazione. Ne stiamo uscendo abbastanza bene. Il merito va ai cittadini. Hanno rispettato le regole e si sono dimostrati di essere cittadini con un alto senso civico”.