domenica 22 Maggio 2022 Mastella dona caschi di ventilazione al San Pio. Ferrante : “Noi operativi da subito” | infosannionews.it domenica 22 Maggio 2022
Smooth Slider
San Pio. Muore per covid un 37enne

San Pio. Muore per covid un 37enne

Un giovane decesso per covid al San Pio di Benevento. ...

Il Benevento regala un tempo al Pisa e va fuori dai play off

Indecifrabile prima frazione dei giallorossi praticamente nulla ed inesistenti. Nella ...

Gesesa. Questa sera a Morcone interruzione idrica

Gesesa. Questa sera a Morcone interruzione idrica

Scrivono dalla Gesesa : " Comunichiamo che a causa di ...

Ato Rifiuti di Benevento: Approvate linee programmatiche EDA

Ato Rifiuti di Benevento: Approvate linee programmatiche EDA

"Si è riunito questa mattina il Consiglio dell’Ente d’Ambito dell’ATO ...

I.C. G.B. Lucarelli di Benevento diventa Plastic Free grazie a Gesesa

Anche i piccoli studenti dell’Istituto Comprensivo di Benevento si impegnano ...

Stampa articolo Stampa articolo

Mastella dona caschi di ventilazione al San Pio. Ferrante : “Noi operativi da subito”

29/05/2020
By

Mastella ha consegnato questa mattina 100 caschi di ventilazione al San Pio, caschi donati  per suo intervento diretto, dall’Associazione “Amiamoci”, fondata, tra gli altri, dagli imprenditori Diego Della Valle e Luca Cordero di Montezemolo.

Il primo cittadino di Benevento da subito però ha chiarito che non è una donazione in ritardo, visto la curva epidemiologica che è in netto calo, ma è in funzione di quello che potrebbe accadere dal prossimo autunno. Mastella è chiaro che spera che cio non avvenga ma, nell’ipotesi che dovesse ritornare la pandemia, è meglio farci trovare preparati. Questo è il pensiero del Sindaco che aggiunge poi di essere un fervente cattolico e pertanto di non accettare la medicina selettiva quella cioè di scelta : tra un anziano ed un giovane chi scegliere di salvare nel caso di emergenza.

Il direttore generale Ferrante nel suo intervento ha sottolineato come l’azienda San Pio è stata da subito operativa dando risposte adeguate, non facendosi trovare impreparata. Nessun cittadino, ha continuato Ferrante, è stato rimandato indietro e ci si è resi autonomi anche per ciò che riguarda i tamponi che non si sono dovuti mandare al Cotugno per essere analizzati. Da lunedì scorso poi anche test rapidi al Pronto Soccorso.

Da Luglio poi ci saranno altri 10 posti di terapia intensiva di ultima generazione e la possibilitĂ  di recuperare all’interno delle strutture esistenti, senza dover essere costretti a costruzioni ulteriori, ben 800 mq. ad un piano del San Pio con la possibilitĂ  di recupero di altri tre piani nello stesso padiglione e di un ulteriore piano in quello di emergenza. A tal proposito Ferrante ha chiesto aiuto al Sindaco per la ricerca degli opportuni finanziamenti nel momento dell’intervento.

Poi ha ricordato che “attualmente ci sono due sole persone ricoverate che attendono la negativitĂ  del tampone, credo che a giorni verranno dimessi. Non ci sono piĂą malati nell’area covid. Nonostante il problema Villa Margherita, che ha comportato dodici decessi, siamo riusciti a tamponare l’emergenza. Abbiamo retto, considerando che sono transitate presso la nostra struttura 290 persone, 80 risultate positive e 24 decedute”. A porposito dell’ultima vittima ha aggiunto che “il contagio non dĂ  un’immunitĂ  a vita, può verificarsi un ritorno. In questo caso forse era debilitata, aveva dei problemi. La signora era positiva ed è stata ricoverata, poi è tornata a casa dopo il doppio tampone negativo dove si è riacutizzato il contagio, costringendola a un nuovo ricovero“.

Nel video tutte le dichiarazioni.

Tags: ,