venerdì 19 Agosto 2022 Il M5S chiede il ritiro dell’ordinanza sull’obbligo dei bollini Covid free | infosannionews.it venerdì 19 Agosto 2022

Smooth Slider

Sarà Daniele De Rossi il nuovo allenatore del Benevento?

La notizia è stata data questa notte dal Corriere dello ...

Festival dei Sapori e degli Artisti di Strada, ultimi giorni per prenotare gli spazi

Festival dei Sapori e degli Artisti di Strada, ultimi giorni per prenotare gli spazi

In occasione del Festival dei Sapori e degli Artisti di ...

Torrecuso – Una sfilata fatta all’interno di Up&Bascio dell'associazione Gramigna ODV

Maria Franchi lancia ‘Ratafia’ fatto con l’aglianico locale.Poche sere fa ...

Green Volley ad Apollosa, l’Us Acli a supporto dell’evento

Cresce l’attesa per il grande giorno: venerdì 19 agosto ritorna ...

Pesco Sannita. Domani 19 Agosto i festeggiamenti in onore di Santa Reparata, Vergine e Martire

Il 20 agosto cittadinanza onoraria a Enzo Gragnaniello e relativo ...

Stampa articolo Stampa articolo

Il M5S chiede il ritiro dell’ordinanza sull’obbligo dei bollini Covid free

14/05/2020
By

Giovedì 14 e venerdì 15 maggio, a Benevento inizia lo screening dei segmenti di popolazione più esposti al Covid-19 attraverso l’effettuazione di tamponi faringei, che consentiranno di diagnosticare l’eventuale positività.

Si inizia con i cittadini appartenenti a tutte le attività di pubblica utilità, mentre venerdì toccherà agli operatori di tutti quegli esercizi di prima necessità che hanno operato nella fase emergenziale. Si tratta degli operatori di supermercati, panifici, macellerie, pescherie, fruttivendoli, tabaccai, onoranze funebri, benzinai ed edicolanti.

Per questa seconda categoria, il Comune ha predisponendo un apposito elenco per contattarli ed invitarli a sottoporsi al test.

Poiché questo screening è su base volontaria, rappresenterà una sorta di obbligo morale oltre che una forma di tutela, più in generale, per l’intera cittadinanza.

Di qui il giusto ed “accorato appello” del Sindaco di Benevento rivolto agli operatori commerciali, affinché aderiscano all’iniziativa a tutela dei propri clienti “informandoli che nessun operatore è risultato positivo al test faringeo”.

Screening ritardato, parziale, ma comunque lodevole.

Ma attenzione a fidarsi di Mastella, che improvvisamente passa dagli inviti alle minacce per i “furbi”, che si concretizzano nel pomeriggio di mercoledì 13.

Una breve nota dell’ufficio stampa del Comune comunica ” È fatto obbligo ai titolari di attività commerciali di generi alimentari di esporre all’esterno dei relativi locali un avviso con il quale si informa la clientela che i relativi addetti hanno effettuato il test oro-faringeo per l’individuazione delle persone eventualmente positive al Covid-19. A stabilirlo è l’ordinanza sindacale n. 45029/2020 emanata questo pomeriggio“.

A nostro parere, l’esposizione di un bollino covid free deve essere colta come una garanzia di sicurezza per gli esercizi commerciali e per i loro clienti, ma non può avere un valore coercitivo, la cui inosservanza comporta una sanzione. Il sindaco non può trasformare in obbligo un giusto invito alla responsabilità, acuendo ulteriormente il clima di tensione e di sospetto legato alla paura indiscriminata del contagio. Pertanto, chiediamo al Sindaco di ritirare l’ordinanza, per governare la fase 2 su un piano di sicurezza basato su maggiore collaborazione, responsabilità e reciproca fiducia tra le parti.

Tags: