sabato 6 Giugno 2020 La CUB ha denunciato alla Magistratura la carenza di sistemi di protezione per gli operatori del 118 | infosannionews.it sabato 6 Giugno 2020
Smooth Slider

Il giovanissimo Fiore Girardi di Pesco Sannita premiato tra i 66 studenti della Federico II

Presente il prof. Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e Ricerca.Sono stati ...

Qualità dell’aria, Arpac, con la fase due “ritornano” gli ossidi di azoto in Campania

Qualità dell’aria, Arpac, con la fase due “ritornano” gli ossidi di azoto in Campania

A partire dallo scorso 4 maggio, con la cosiddetta “fase ...

Diploma di Fagotto per Chiara Iscaro

La valente dottoressa in Medicina Veterinaria Chiara Iscaro ha conseguito ...

Azienda Sanitaria San Pio. Oggi nessun tampone positivo

Azienda Sanitaria San Pio. Oggi nessun tampone positivo

L’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data odierna nr. 80 ...

Bando Mibact piccoli comuni. Sen. De Lucia : “Partecipate!”

Bando Mibact piccoli comuni. Sen. De Lucia : Partecipate!

“Ho provveduto ad inoltrare nei giorni scorsi una mail ai ...

Donate due Opere d'Arte alla Provincia di Benevento

Al Museo Arcos sono state consegnate due opere donate dagli ...

La CUB ha denunciato alla Magistratura la carenza di sistemi di protezione per gli operatori del 118

03/04/2020
By

 

La scrivente O.S., per il tramite del suo Segretario Generale Provinciale pro-tempore Giuseppe Gentilcore e con la preziosa collaborazione del noto penalista del Foro di Benevento Avv. Nunzio Gagliotti presso il cui studio si è eletto domicilio, ha depositato nella tarda mattinata odierna un esposto alla Procura della Repubblica di Benevento, per il tramite del Comando Stazione dei Carabinieri di San Marco dei Cavoti che si coglie qui l’occasione per ringraziare. L’esposto è finalizzato a far piena luce sulla tardiva, scarsa e parziale consegna di parte dei dispositivi di protezione individuale specifici (mascherine, tute, calzari, occhiali con visiere, etc.) per gli interventi sui sospetti casi di COVID 19 agli operatori del 118 di Benevento e Provincia da parte della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia.
La nostra volontà era e rimane quella di garantire la sicurezza e la salute degli operatori del 118 e dei cittadini tutti, con rammarico però, di fronte al silenzio della Confederazione Nazionale della Misericordia e dell’ASL, affidiamo ora le sorti di questa triste vicenda alla magistratura inquirente confidando che la stessa faccia piena luce sugli accadimenti denunciati e qualora individui reati specifici provveda a sanzionare chi probabilmente è abituato a giocare con la salute delle persone.

Tags: