mercoledì 22 Settembre 2021 Ritorna in forma corretta il virus informatico che blocca il proprio computer.La polizia avverte! | infosannionews.it mercoledì 22 Settembre 2021

Smooth Slider

Da giovedì 23 settembre anche a Telese Terme il mercato di Campagna Amica 

Da giovedì 23 settembre dalle ore 8.00 alle 13.30, e ...

Il Benevento soffre ma quando entra Lapadula dilaga: Benevento 4 Cittadella 1

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Barba, Foulon; Ionita, Calò, Acampora; ...

Elezioni Pietrelcina,primo comizio pubblico del candidato sindaco Alessio Scocca

Entra nel vivo la campagna elettorale a Pietrelcina, con il ...

Notte delle Streghe: successo di pubblico senza precedenti

Successo di pubblico per la nona edizione della ‘Notte delle ...

Giornate Europee del Patrimonio: al Museo del Sannio un appuntamento in più

Le prenotazioni nell'ambito delle "Giornate Europee del Patrimonio” per le ...

Dissesto, Perifano: “Mastella non vuole chiarire? È un altro schiaffo alla Città”

Dissesto, Perifano: “Mastella non vuole chiarire? È un altro schiaffo alla Città”

“Mi aspettavo che da palazzo Mosti giungessero parole chiare sui ...

Ritorna in forma corretta il virus informatico che blocca il proprio computer.La polizia avverte!

26/07/2012
By

Una nuova e massiccia diffusione in internet di un  virus informatico che porta al blocco del proprio computer con la comparsa sullo schermo di un avviso proveniente apparentemente dalla Polizia o da altre Forze dell’ordine è l’allarme virus dell’ultimo periodo. La notizia è stata diffusa dalla polizia postale che avverte della comparsa  sullo schermo di un messaggio con il quale  l’utente viene avvisato che il sistema  è stato bloccato a causa di una “navigazione” vietata per legge.

“In particolare – si legge nella nota  – il messaggio avvisa che sul computer è stata rilevata la presenza di materiale pedopornografico e di documenti dal contenuto terroristico, con l’avvertenza che i reati ipotizzati comportino una pena detentiva ed una forte ammenda.
Per regolarizzare la propria posizione e per poter ottenere lo sblocco del computer, all’utente viene richiesta la somma di 100 euro da versare con il sistema Ukash, ma in realtà ci si trova di fronte ad una truffa e, nonostante si provveda al pagamento, non si ottiene nulla.
Il logo della Polizia di Stato viene inserito unicamente per spaventare il malcapitato di turno ed aumentare il suo convincimento a cadere nel raggiro.
La nuova versione del virus informatico, nettamente più insidiosa di quelle precedenti, si collega anche alla webcam del computer, ed in tal modo nel messaggio visualizzato compare anche una piccola finestra in cui viene inquadrato chi si trova davanti al computer in quel momento.
La rimozione del virus informatico, a differenza delle vecchie versioni, deve essere effettuata da un utente esperto oppure da un tecnico informatico.”

Secondo quanto riporta la Polizia Postale nella nota è questa una delle ultime varianti del virus che a differenza delle versioni precedenti fa comparire sul video il logo della Siae al posto di quello della Polizia per poter intimorire il malcapitato avvisandolo che sul computer sono stati individuati film ati o brani musicali scaricati illegalmente in modo da rendere più credibile il pagamento di una semplice multa a fronte del reato commesso.

Chi è gia incorso in tale truffa può solo rivolgersi all’agenzia presso la quale ha effettuato il pagamento nella speranza che i soldi non siano stati già incassati dai truffatori in modo da bloccarne l’incasso e poter chiedere il rimborso. Se invece la somma risulta essere stata già ritirati allora difficilmente si riuscirà ad riottenerla poichè i sistemi di pagamento utilizzati sono totalmente irrintracciabili”.
Print This Post Print This Post