martedì 21 Settembre 2021 Puntuale e preciso l’intervento del Consigliere De Nigris in Consiglio Comunale | infosannionews.it martedì 21 Settembre 2021

Smooth Slider

Da giovedì 23 settembre anche a Telese Terme il mercato di Campagna Amica 

Da giovedì 23 settembre dalle ore 8.00 alle 13.30, e ...

Il Benevento soffre ma quando entra Lapadula dilaga: Benevento 4 Cittadella 1

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Barba, Foulon; Ionita, Calò, Acampora; ...

Elezioni Pietrelcina,primo comizio pubblico del candidato sindaco Alessio Scocca

Entra nel vivo la campagna elettorale a Pietrelcina, con il ...

Notte delle Streghe: successo di pubblico senza precedenti

Successo di pubblico per la nona edizione della ‘Notte delle ...

Giornate Europee del Patrimonio: al Museo del Sannio un appuntamento in più

Le prenotazioni nell'ambito delle "Giornate Europee del Patrimonio” per le ...

Dissesto, Perifano: “Mastella non vuole chiarire? È un altro schiaffo alla Città”

Dissesto, Perifano: “Mastella non vuole chiarire? È un altro schiaffo alla Città”

“Mi aspettavo che da palazzo Mosti giungessero parole chiare sui ...

Puntuale e preciso l’intervento del Consigliere De Nigris in Consiglio Comunale

25/07/2012
By

Attento, preciso, puntuale e dettagliato l’intervento del consigliere comunale di Sud Innovazione e Legalità, Luigi De Nigris,  al Consiglio Comunale di oggi 25 Luglio per l’approvazione del Bilancio dell’Ente.

Il consigliere De Nigris ha effettuato una disamina del bilancio giungendo in primis alla conclusione che , così come redatto, si è in presenza uno squilibrio di bilancio. Da noi contattato nelle pieghe del Consiglio Comunale ci ha dichiarato ” Non è un  caso se il collegio dei Revisore dei Conti invitava il Consiglio Comunale ad acquisire una relazione dalla struttura dell’ente dalla quale emergesse con chiarezza l’elenco dei debiti, in termini di certezza, liquidità ed esigibilità, ai quali il Comune di Benevento non poteva fare validamente fronte nè con la necessaria delibera di riequilibrio di cui all’art.193, ne con il riconoscimento dei debiti fuori bilancio per cui invitava il Consiglio comunale ad acquisire dette informazioni entro il 30 Giugno 2012 o nelle more, della data di discussione di approvazione del Bilancio 2012 al fine di valutare senza ragionevoli dubbi  la possibilità di coprire i debiti pregressi individuati e procedere al riequilibrio. Inoltre entro detta data, bisognava reperire da ciascun settore l’attestato di assenza di ulteriori debiti fuori bilancio oltre quelli individuati in sintesi nella nota del settore legale del 30 maggio u.s.

Tutto ciò, dice De Nigris, non è stato fatto e la presenza dei debiti pregressi mina l’attendibilità della coerenza interna sostanziale delle previsioni.

Tra l’altro, continua De Nigris,con  la presenza di debiti fuori bilancio per circa 24.534.506 attestati dal settore legale, non sono attuabili le assunzioni previste e quindi il Collegio dei Revisori dei conti suggeriva e proponeva di destinare le risorse programmate al pagamento dei debiti pregressi.

Molti dubbi attengono anche alla TARSU il cui costo di 15.812.500 si è previsto di coprire interamente, quindi al 100% con i ricavi  relativi all’applicazionme delle tariffe deliberate.

Altro capitolo che non convince l’esponente di SIL  sono le entrate in conto capitale relative alla alienazione dei beni patrimoniali in quanto, come si evince anche dalla Relazione dei Revisori dei conti  se lo stanziamento del 2011 è stato accertato al 50% è difficile che in un periodo di crisi si riesca a realizzare il 100% dell’importo previsto. Difatti le fantasiose previsiono d’entrata sull’alienazione degli immobili sono state puntualmente smentite nei rendiconti successivi come accaduto ad esempio sia nel 2010 che nel 2011.

E l’organo di revisione, aggiunge De Nigris, nel mentre esprime a maggioranza parere favorevole sulla proposta di bilancio di previsione 2012 e sui documenti allegati, richiama una nota del settore legale, ai sensi e per gli effetti dell’art.153 del TUEL, la n.50058  del 7/6/2012, con la quale si comunica e si segnala al Consiglio Comunale la presenza di situazioni di squilibrio finanziario.

L’art.153 dice che” il consiglio provvede al riequilibrio a norma dell’art.193 entro 30 giorni dal ricevimento della segnalazione”.

Tra l’altro, conclude De Nigris, l’organo di revisione ha più volte raccomandato  di accantonare e/o di prevedere nel bilancio di previsione importi per passività latenti esistenti o che si presume possano derivare da provvedimenti sfavorevoli e già conosciuti dall’ente ovvero per debiti fuori bilancio prima di procedere ad obbligare giuridicamente l’ente per spese non obbligatorie per legge. Lo avranno fatto ? La risposta è no

Print This Post Print This Post