sabato 24 Luglio 2021 L’opera presepiale “Onde di Vita” dell’artista Daria Bollo donata alla Caritas di Benevento. | infosannionews.it sabato 24 Luglio 2021
Smooth Slider

Rossana Pasquino. Si intensificano gli allenamenti in vista di Tokyo 2020

Tra un mese, dal 24 agosto al 5 settembre, si ...

Sant’Agata de’ Goti. Gruppi Pd e Dei Goti : “La maggioranza non ci metterà il bavaglio.”

Sant'Agata de' Goti. Gruppi Pd e Dei Goti : La maggioranza non ci metterà il bavaglio.

Difenderemo sempre le prerogative della Città” “Ringraziamo la maggioranza consiliare ...

Musei Giocando. Il 27 e 28 Luglio due laboratori didattici presso Arcos e Chiostro Santa Sofia per i più piccoli

SannioEuropa, la società in house della Provincia di Benevento, nell'ambito ...

Puglianello. Castello Baronale : finanziata la messa in sicurezza della proprietà comunle

Il Sindaco Rubano : "Mettiamo a segno un'altro traguardo storico".Ancora ...

Attilio Cappa con Mastella in Meglio Noi

La famiglia al centro del programma elettorale dell’avvocato Attilio Cappa: ...

Noi Campani. Cinzia Antonino nominata vice responsabile del movimento femminile provinciale

Noi Campani. Cinzia Antonino nominata vice responsabile del movimento femminile provinciale

Il segretario ed il presidente provinciale di Noi Campani, Molly ...

L’opera presepiale “Onde di Vita” dell’artista Daria Bollo donata alla Caritas di Benevento.

10/01/2020
By

Sarà collocata nella sede della Caritas di Benevento l’opera presepialem“Onde di vita” dell’artista Daria Bollo, vincitrice della terza edizione dei presepi “Seguendo la Stella” svoltosi a Ponte (Bn) e organizzato dal maestro Nicola Pica unitamente alla Pro Loco Ad Pontem.
L’opera, donata alla Caritas di Benevento al Direttore Don Nicola De Blasio, con la partecipazione del Presidente delle Acli Provinciali di Benevento Danilo Parente, dell’artista Daria Bollo e dello studio d’arte Maurizio Caso Panza, concretizza i valori simbolici ed espressivi della Natività. Valori che, purtroppo, ormai sono spesso e volentieri
affrontati con la superficialità propria dei nostri tempi.
Nell’opera emerge, come un grido, il senso di incertezza che incombe sulla “famiglia” non essendoci più un approdo certo, il riparo di un porto sicuro. La violenza del mare, l’incubo del moto ondoso che miete vittime, è accompagnata dall’onnipresenza della plastica: questo “mostro ecologico” che sta inghiottendo la flora e la fauna marine. L’immondizia che inquina i nostri pensieri, e che dovrebbe indurre all’azione, piuttosto che, alla riflessione in chi l’osserva.
L’artista Daria Bollo nella sua opera ha fuso i valori della fratellanza e dell’amore e non l’abbandono ed il disinteresse, che, come afferma Papa Francesco dovrebbero coabitare nell’essere umano. Maurizio Caso
Panza ha poi ribadito la necessità di fare un’arte impegnata: è questo il ruolo che ogni artista dovrebbe interpretare nel palcoscenico del mondo contemporaneo. La creatività quale strumento per condizionare il mondo.

Tags: ,