domenica 28 Febbraio 2021 Del Basso De Caro : “A gennaio dobbiamo chiarirci con gli alleati per avere una visione univoca.” | infosannionews.it domenica 28 Febbraio 2021
Smooth Slider
Lavori Ammodernamento linea Benevento Napoli, domani incontro per velocizzare la durata dei lavori

Lavori Ammodernamento linea Benevento Napoli, domani incontro per velocizzare la durata dei lavori

Il sindaco di Benevento Clemente Mastella e l’assessore ai trasporti ...

San Pio. Oggi la “Giornata Mondiale delle Malattie Rare”

San Pio. Oggi la Giornata Mondiale delle Malattie Rare

A.O.R.N. “San Pio”: Rare Disease Day La pandemia da covid-19, ...

Benevento. Domani interruzione idrica in Via T. Bucciano

Domani mattina interruzione idrica per lavori di manutenzione straordinaria in ...

San Pio. Nessun decesso e nessun dimesso ma aumentano di ben 7 unità i ricoverati

San Pio. Nessun decesso e nessun dimesso ma aumentano di ben 7 unità i ricoverati

Dall'ospedale San Pio fanno sapere che non c'è stato nessun ...

Caporaso, sindaco di Telese su Covid alla Malgieri : “L’attenzione da parte nostra è altissima”

Caporaso, sindaco di Telese su Covid alla Malgieri : L’attenzione da parte nostra è altissima

Casi di positività alla Maugeri, la dichiarazione del sindaco di ...

Del Basso De Caro : “A gennaio dobbiamo chiarirci con gli alleati per avere una visione univoca.”

28/12/2019
By

“Anche se importanti, non si possono aspettare le elezioni del Presidente della Repubblica.”

“La perdita di Renzi, che per me è un fuoriclasse, è per noi una perdita importante. E quindi vedremo cosa succederà il 26 Gennaio quando si vota in Calabria ed Emilia. Se perdiamo in Emilia, anche se credo che non accadrà, vuol dire che è finito un ciclo e non sappiamo cosa poi succederà. La cosa più importante è e resta il lavoro, le altre cose, femminicidio, immigrazione ed altro, seppur temi importanti vengono dopo.”

Con queste ultime battute l’on. Umberto Del Basso De Caro ha chiuso l’incontro di questa mattina alla sede del  Partito Democratico di Benevento che ha visto anche l’intervento inziale del Segretario Provinciale Carmine Valentino che ha parlato della città dichiarando che “Benevento è una città che deve recuperare il suo ruolo di centralità rispetto alla provincia; una posizione che ha perso per colpa dell’attuale Governo  e, nel mezzo, del consigliere regionale Mino Mortaruolo, che ha parlato dei problemi delle realtà rurali, dell’agroalimentare e  de“La legge Agricoltura Contadina”.

D’importante però c’è il lavoro fin qui svolto e stamane ribadito, a scanso di equivoci per il polverone alzato, e relativo alla relizzazione della Telese-Caianello che, insieme alla Tav Napoli Bari ed alla Fortorina, è il fiore all’occhiello dei democratici. Una pioggia di finanziamenti per opere che interessano il Sannio, frutto dei due governi Renzi-Gentiloni che, ha detto l’on. Del Basso De Caro, in ben 160 anni di storia non si sono mai avuti. Cioè sommando tutti i finanziamenti ottenuti dal Sannio nei 160 anni di storia dall’Unità d’Italia, non si ottiene la stessa entità di finanziamenti ottenuti dalla nostra provincia nel periodo già richiamato Renzi-Gentiloni.

Anche in regione Campania si è fatto tanto, riuscendo a strappare ben il 55% dei finanziamenti a fronte di un territorio ed una densità di popolazione di gran lunga inferiore che in termini proporzionali avrebbero ottenuto molto, ma molto in meno di quanto realmente ricevuto.

Il problema, però per Del Basso De Caro, è l’atavica propensione dei sanniti a lamentarsi sempre o a pensare solo al divertimento tra musica, bancarelle e vino ma poi, quando i fumi dell’alcool passano, i problemi restano.

Uno sguardo anche alle prossime elezioni con un possibile avvicinamento ai 5 Stelle perchè da soli non si vince anche se, come riportato in apertura di articolo, i nodi stanno venendo al pettine e due anime così diverse, come quelle del Pd con quelle dei 5 stelle, chissà se riusciranno a trovare la quadra su diversi temi sui quali la divergenza è palese a partire dal problema gestione autostrade, reddito di cittadinanz, flax tax, quota 100 e così via.

 

Tags: