venerdì 7 Ottobre 2022 PSI : Responsabilità oggettive del Sindaco Pepe nella difficoltà a far svolgere i Consigli Comunali. | infosannionews.it venerdì 7 Ottobre 2022
  • Ucraina, De Luca annuncia: "Una grande manifestazione per la pace a Napoli sabato 29 ottobre".
Smooth Slider

Apollosa, la maggioranza: Dalla minoranza solo polemiche pretestuose!

"Il Consiglio Comunale di Apollosa, in data 4 ottobre, al ...

Benevento la città con più contagiati nel periodo dal 28 settembre al 4 Ottobre

Maglia nera della Campania Benevento con 391 contagiati nel periodo ...

Maglione: «Minacce a Volpe provano che Sannio non è un’oasi felice».

Maglione: «Minacce a Volpe provano che Sannio non è un’oasi felice».

«Nell’esprimere la mia solidarietà al direttore dell’Asl Gennaro Volpe, invito ...

Pubblicato il bando della decima edizione di Cinefrutta riservato alle scuole medie e superiori

È online il bando della decima edizione di Cinefrutta, il ...

Telese Terme e Viterbo, “gemellate” grazie alle terme e al telesino Antonio Di Pietro

L’evento di presentazione del libro di Antonio Di Pietro è ...

Imprese: “boom” di adesioni a Limatola per sos a governo contro cartelle esattoriali.

“E’ stato un vero e proprio successo l’avvio della raccolta ...

Stampa articolo Stampa articolo

PSI : Responsabilità oggettive del Sindaco Pepe nella difficoltà a far svolgere i Consigli Comunali.

21/07/2012
By

Le ultime vicende politiche di Palazzo Mosti hanno indotto il Partito Socialista Italiano a prendere posizione al riguardo.

Il Partito Socialista Italiano di Benevento, afferma il segretario cittadino Giovanni Chiusolo, sostiene con convinzione la proposta avanzata dai gruppi di minoranza relativa alla pubblicazione delle redditualità del Signor Sindaco, degli Assessori e dei Consiglieri Comunali in uno allo stato patrimoniale immobiliare come accertabile catastalmente, a partire dal momento della prima elezione fino all’attualità. Va ricordato che tra l’altro la trasparenza è un atto dovuto e richiesto dai cittadini . Va precisato altresì che fu proprio Fausto Pepe all’atto del suo primo insediamento, nell’anno 2006, a dotare l’Ente di un settore sulla trasparenza amministrativa, riconfermato a tutt’oggi, del quale però sinceramente non ne riscontriamo più traccia.
L’ultimo Consiglio Comunale tenuto ha ribadito ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, che Fausto Pepe ha grosse difficoltà nell’assicurare lo svolgimento del Consiglio stesso e risulta tra l’altro effimero addossare responsabilità alla minoranza che svolge, ed anche bene, il suo ruolo di opposizione a Palazzo Mosti. E’ la maggioranza che deve garantire senza se e senza ma lo svolgimento dell’assise comunale. Fin dalla sua rielezione Fausto Pepe a più riprese ha sempre garantito che questo secondo mandato si sarebbe svolto con “una navigazione tranquilla”, ma in quattordici mesi, tanti sono i fatti che lo smentiscono : litigi fra Assessori, dimissioni annunciate e poi ritirate, balletti per l’incarico di segretario comunale, consigli comunali convocati a lunga scadenza che di fatto svuotano di valore la figura di consigliere comunale e chi più ne ha più ne metta.
Quindi “ Per la città che si ama”, riprendendo lo slogan elettorale che ha caratterizzato Fausto Pepe, la città si aspetta solo un gesto di umiltà …

Stampa articolo Stampa articolo