mercoledì 28 Settembre 2022 Presentato alla stampa lo spettacolo “Tempesta Key”. Andrà in scena domani sera alle ore 20.30 all’Arena del Sacramento | infosannionews.it mercoledì 28 Settembre 2022
  • Scambio reperti antichi, obbligo dimora per sovrintendente
Smooth Slider
Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Domani, 29 settembre alle ore 10.00, nella sala dell’Antico Teatro ...

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull’Istituto Superiore di Scienze Religiose

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull'Istituto Superiore di Scienze Religiose

AL PRESBITERIO DIOCESANO Carissimi Confratelli nel sacerdozio,San Pietro esorta i credenti ...

La Solot Compagnia Stabile di Benevento presenta la Stagione Teatrale 2022

La Solot Compagnia Stabile di Benevento, mercoledì 5 ottobre, alle ...

Eventi al femminile. L'associazione Massimo Rao riprende le attività

L’Associazione Massimo Rao riprende le attività, dopo la pausa estiva, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Presentato alla stampa lo spettacolo “Tempesta Key”. Andrà in scena domani sera alle ore 20.30 all’Arena del Sacramento

18/07/2012
By

Presentato questa mattina, presso il Piccolo Teatro Libertà, lo spettacolo “Tempesta Key” si tratta dello spettacolo di fine corso del progetto Key che andrà in scena domani 19 luglio alle ore 20.30 all’ Arena del Sacramento.

Tempesta Key

“Tempesta Key”, vedrà in scena: Ermanno Barricella, Graziano Ricciardi, Maria Scognamiglio, Tiziana Punzo, Luana Barricelli, Davide Orlando, Davide Mazzone, Gianmarco Luongo, Federica Corbo, Chezia Petraroia, Miriana Iele, Pietro Piunno, Anna D’Alessandro, Marianna Iannace, Effy Lanni, Amedeo Rillo e Danilo Tresca.

 “Lo spettacolo che andrà in scena domani sera è l’atto finale di un progetto finalizzato alla “democratizzazione” del teatro nella nostra città – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Raffaele Del Vecchio –. Grazie all’eccellente lavoro di Peppe Fonzo, infatti, abbiamo consentito di fare teatro anche ai giovani dei quartieri periferici e a quanti non avevano i mezzi economici per iscriversi ad una scuola di teatro. Il risultato finale è eccellente, come abbiamo potuto constatare anche in occasione della recente rappresentazione presso il teatro Augusteo di Napoli. Anzi, l’interesse che sta suscitando questa produzione fuori della nostra città è persino superiore ad altre produzioni certamente più blasonate e con maggiori fondi a disposizione. Un dato, quest’ultimo, che senz’altro ci deve indurre a fare una riflessione”.

 L’assessore Del Vecchio, a margine della conferenza stampa, ha anche ricordato che il Piccolo Teatro Libertà è stato l’ultimo regalo artistico alla città di Benevento dello scenografo Paolo Petti, scomparso di recente. A lui, infatti, l’amministrazione comunale affidò il compito dell’allestimento della nuova struttura teatrale, che tra l’altro Petti avrebbe dovuto completare nei prossimi mesi.

Tempesta Key

 “Sono particolarmente orgoglioso di questa esperienza – ha poi spiegato il curatore del progetto Key  e regista dello spettacolo, Peppe Fonzo -. Siamo partiti da zero e, mettendo da parte in questi mesi persino gli affetti familiari, abbiamo affrontato con crescente entusiasmo questo percorso difficile ed articolato che si concluderà domani. Il risultato è oltremodo soddisfacente e, tra l’altro, confesso che siamo molto emozionati”.

 Il progetto Key, come si ricorderà, è la naturale evoluzione del precedente progetto Sleng ed è  finalizzato all’inclusione sociale dei ragazzi della periferia cittadina e dei residenti nei quartieri più popolosi attraverso il teatro. Key come lettura del mondo in “chiave” teatrale in modo da offrire un aiuto concreto per il superamento del disagio giovanile facendo ricorso, appunto, al linguaggio teatrale come strumento capace di generare contesti di scambio e comunicazione in cui stimolare la parola, la capacità espressiva, la reciprocità relazionale.

 Il progetto Key è stato interamente finanziato dalla Regione Campania ed ha offerto non solo corsi gratuiti di teatro, ma anche laboratori di costumeria, scenografia e attrezzistica per garantire una formazione completa.

Stampa articolo Stampa articolo