giovedì 23 Settembre 2021 Sisma Emilia:“La solidarietà nei confronti delle famiglie e delle aziende non può tramutarsi in chiacchiere”afferma Pietro Giordano Adiconsum | infosannionews.it giovedì 23 Settembre 2021

Smooth Slider
FridaysForFuture,domani corteo organizzato dall’Unione degli Studenti

FridaysForFuture,domani corteo organizzato dall'Unione degli Studenti

Il 24 settembre, in concomitanza con il "Global Strike for ...

Accoglienza nuclei familiari afghani.Stipula Accordo con il Comune di Colle Sannita

Nella mattinata del 22 settembre 2021 il Prefetto di Benevento  ...

PD Benevento,Mastella sul depuatore: “Anche nel 2018 diceva sarebbe stato pronto in 18 mesi”

PD Benevento,Mastella sul depuatore: Anche nel 2018 diceva sarebbe stato pronto in 18 mesi

“Tra qualche giorno si festeggerà il terzo anniversario del giorno ...

Centro storico, Perifano: “Questione non più rinviabile”

Centro storico, Perifano: Questione non più rinviabile

Di seguito nota stampa di Luigi Diego Perifano, candidato sindaco ...

Gesesa. San Bartolomeo in Galdo, venerdì 24 interruzione idrica per lavori di riparazione

Scrivono dalla Gesesa : "Comunichiamo che a causa di lavori ...

Sisma Emilia:“La solidarietà nei confronti delle famiglie e delle aziende non può tramutarsi in chiacchiere”afferma Pietro Giordano Adiconsum

18/07/2012
By

Pietro Giordano Adiconsum chiede la proroga fino a dicembre della riscossione dei crediti che Banche, Finanziarie e aziende di recupero crediti riprenderanno ad esigere da ottobre di quest’anno.

Pietro Giordano Segretario Generale Adiconsum

Servono iniziative concrete – afferma Pietro Giordano,  – per dare respiro alle popolazioni colpite dal sisma, misure immediate e durature per fronteggiare le emergenze in Emilia Romagna e nelle
regioni limitrofe ancora in gravi difficoltà.
Attualmente – ricorda Giordano – il blocco del pagamento delle rate dei finanziamenti terminerà il 30 settembre, quello delle utenze è previsto al massimo per sei mesi, mentre nulla è previsto per le attività di recupero credito nonostante persiste una situazione drammatica, aggravata dalla crisi generale del Paese.
Di seguito le proposte di Adiconsum, tutte senza costi aggiuntivi (interessi, agi, ecc.) per i consumatori, ad oggi non previste: – interruzione per i consumatori in difficoltà, almeno fino al 31 dicembre
2012, del pagamento delle rate dei finanziamenti in atto (mutui, credito al consumo, leasing, factoring, ecc.);
– blocco delle operazioni di recupero credito avviate o da avviare da parte delle società incaricate da parte di banche e società finanziarie, nonché delle utilities;
– interruzione per i consumatori in difficoltà, fino al 31 dicembre 2012, del pagamento delle utenze (luce, gas, telefono e acqua). Valori quali concertazione, mutualità e solidarietà tra Parti Sociali – prosegue Pietro Giordano – sono oggi la vera risorsa per un Paese che sia capace di mobilitare la parte sana della Società civile – superando provvedimenti legislativi  troppo spesso “ragionieristici” e privi d’”anima”- a vantaggio delle famiglie e delle imprese colpite in maniera tanto grave nei territori interessati dal sisma.
Si impegnino con la sottoscrizione di un Protocollo di Intesa – conclude Giordano – tutti i soggetti coinvolti nel settore finanziario, del recupero credito e delle utilities, dando così respiro alle popolazioni ed al sistema imprenditoriale tragicamente colpito dal sisma . Basta con la solidarietà a chiacchiere, il settore finanziario dia reale supporto alle attività produttive ed alle famiglie.

Print This Post Print This Post