mercoledì 28 Settembre 2022 Violenze sulla compagna:I carabinieri di Apice arrestano un operaio Romeno | infosannionews.it mercoledì 28 Settembre 2022
  • Scambio reperti antichi, obbligo dimora per sovrintendente
Smooth Slider
Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Domani, 29 settembre alle ore 10.00, nella sala dell’Antico Teatro ...

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull’Istituto Superiore di Scienze Religiose

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull'Istituto Superiore di Scienze Religiose

AL PRESBITERIO DIOCESANO Carissimi Confratelli nel sacerdozio,San Pietro esorta i credenti ...

La Solot Compagnia Stabile di Benevento presenta la Stagione Teatrale 2022

La Solot Compagnia Stabile di Benevento, mercoledì 5 ottobre, alle ...

Eventi al femminile. L'associazione Massimo Rao riprende le attività

L’Associazione Massimo Rao riprende le attività, dopo la pausa estiva, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Violenze sulla compagna:I carabinieri di Apice arrestano un operaio Romeno

17/07/2012
By

I fatti risalgono al 2010. L’uomo dovrà espiare una pena di due anni  e nove giorni di reclusione in esecuzione del provvedimento emesso dal Tribunale di Benevento per fatti accaduti nel 2010 .

 I Carabinieri della Stazione di Apice, questa mattina, hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dall’Autorità Giudiziaria. Si tratta di un ordine di espiazione di pena detentiva, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento a carico di ZARA IONEL, di nazionalità romena e residente nel comune di Apice. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato intercettato dai militari, i quali hanno proceduto alla notifica del provvedimento all’interessato, dovendo espiare la pena di anni due e giorni nove di reclusione poichè riconosciuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e sequestro di persona, fatti verificatisi in Apice nel 2010.

 Nell’occasione l’uomo, fu arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della locale stazione, che riuscirono a fare irruzione nella sua abitazione dove teneva segregata la convivente, una connazionale 51enne. I Militari lo fermarono mentre, incurante del loro intervento e delle grida della donna, stava continuando a sferrare calci all’addome della vittima riversa a terra, che dovette ricorrere alle cure mediche e ad intervento chirurgico d’urgenza per le gravi lesioni riportate ad un polmone in seguito alle percosse. Oggi al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di Benevento.

Stampa articolo Stampa articolo