lunedì 14 ottobre 2019 Al via ieri, per la prima volta a Benevento, la formazione docenti promossa da Libera | infosannionews.it lunedì 14 ottobre 2019
In evidenza

Fragneto Monforte. Festival Internazionale delle Mongolfiere, ieri la chiusura

Un cielo limpido ha fatto da cornice al volo delle ...

Legge di Bilancio. Domani a Benevento il forum della sen.Ricciardi per contribuire alla stesura

Legge di Bilancio. Domani a Benevento il forum della sen.Ricciardi per contribuire alla stesura

E' tutto pronto per “Cittadini che mettono mano alle leggi”. Domani ...

Benevento. Una manovra per la vita, anche Volta e Vokic in Piazza Castello

Salvare i bambini che hanno inalato accidentalmente un corpo estraneo ...

Coppa Campania Volley. Per l'Accademia vittoria e qualificazione

Seconda vittoria consecutiva e qualificazione al turno successivo di Coppa ...

Pietrelcina. Carenza vigili urbani: nominato un ausiliario del traffico

Pietrelcina. Carenza vigili urbani: nominato un ausiliario del traffico

Il decreto a firma del primo cittadino è riferito a ...

Mastella richiama all’unità ed alla coesione la sua maggioranza

Mastella richiama all'unità ed alla coesione la sua maggioranza

In merito il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha rilasciato ...

Al via ieri, per la prima volta a Benevento, la formazione docenti promossa da Libera

20/09/2019
By

Ha preso il via nella giornata di ieri, per la prima volta a Benevento, la formazione dedicata ai docenti promossa da Libera Campania dal titolo”Educazione e nuove strategia contro illegalità e mafie”.

Il percorso, che è ospitato presso il Liceo “Guacci” di Benevento, è fortemente centrato su laboratori e dedicato alle pratiche e alle tecniche non formali volte a favorire educazione e nuove strategia contro l’illegalità e le mafie
I contenuti della formazione si concentreranno sulla definizione di uno spazio di conoscenza delle mafie (della loro storia e natura), il riuso dei beni confiscati e le progettualità scolastiche ad esso connesse, il ruolo della memoria come “tempo educante” e il suo potere narrativo.

L’obiettivo è costruire un incrocio tra educatori e docenti sperimentando insieme tecniche educative che col tempo possano diventare “ordinarietà” in classe, immaginando e pensando, in forma partecipata, un nuovo ruolo educante della scuola.

L’educativa del disarmo ha la missione di mettere in rete pratiche didattiche ed educative per disarmare i giovani attraverso la consapevolezza. Così prenderanno distanza da contesti e atteggiamenti violenti che incrociano e raccolgono tra scuole, famiglie e società; atteggiamenti che sono spesso generativi di fenomeni socialmente pericolosi: dalla violenza sulle donne, al bullismo, alle mafie

Libera in Campania ha inteso offrire tale proposta formativa per condividere modelli e pratiche educative contro questa tendenza culturale: una sfida profonda e paziente, quella dell’educativa del disarmo, che ha bisogno di tempo e di formazione.

La formazione si svolgerà in sei sessioni di incontri e laboratori: cinque appuntamenti pomeridiani di quattro ore e una giornata conclusiva di dieci ore. Il percorso di formazione fornirà contenuti e riflessioni condotte da studiosi e ricercatori, pedagogisti e attivisti delle reti antimafia, operatori ed educatori.

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio