Ospedale di Sant’Agata de’ Goti, il comitato:”La nostra lotta ha dato i suoi frutti”

Comitato Civico Spontaneo Curiamo la Vita.

“Il governatore Vincenzo De Luca nel 2018 ha predisposto il piano sanitario regionale, il quale prevedeva il disastro del S.Alfonso Maria De’ Liguori e della sanità sannita. La nostra lotta ha indotto il Governatore a tornare sui suoi passi, rimodulando il piano sanitario con il decreto 41/2019. Ieri l’intesa tra la Regione Campania, il Ministero della Sanità e il MEF hanno ridisegnato la geografia della sanità campana, nel cui interno si emerge il risultato di una lotta aspra ma accolta con soddisfazione dalle istituzioni”. Così in una nota il Comitato “Curiamo la vita” di Sant’Agata de’ Goti che da tempo si batte per difendere il presidio ospedaliero sannita.

“L’ospedale S.Alfonso Maria De’ Liguori – spiegano – certamente riaprirà e come promesso dal direttore generale Dr. Pizzuti diventerà un polo d’eccellenza, ben servito anche da infrastrutture come assicurato nell’incontro con il Presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria, che tanto sta facendo per il completamento della Fondo Valle Isclero e della rotonda alle Cinque Vie. Da più parti arrivano congratulazioni e felicitazioni per l’operato del Comitato, ma questo è il successo di tutti perché il nome dice tutto: “Curiamo la vita”.

Un grazie particolare lo rivolgo a sua S.E. Mons. Battaglia, S.E. Prefetto di Benevento Cappetta, Questura di Benevento e non ultimo alla locale stazione dei Carabinieri di S.Agata Dei Goti – aggiungono -. Certamente vanno riconosciuti i meriti alle istituzioni presenti sul territorio, in quanto ognuna ha cercato di fare la propria parte. Il Comitato rimane in attesa di essere convocato come promesso dal Dr. Pizzuti e dal Presidente della Provincia di Benevento Dr. Di Maria, per avere maggiori informazioni ed edotto sugli sviluppi del piano aziendale dell’azienda S.Pio e sull’andamento dei lavori infrastrutturali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *