lunedì 23 Maggio 2022 Benevento: Ordinanza di custodia cautelare e sequestro di un immobile adibito alla prostituzione. | infosannionews.it lunedì 23 Maggio 2022
Smooth Slider
Consiglio Territoriale per l’Immigrazione. Interventi in favore della popolazione Ucraina

Consiglio Territoriale per l’Immigrazione. Interventi in favore della popolazione Ucraina

Il Prefetto di Benevento, dr. Carlo Torlontano, nella giornata del ...

Covid, San Pio. Un dimesso e quattro nuovi ricoveri

Covid, San Pio. Un dimesso e quattro nuovi ricoveri

Sono diventati 25 i pazienti Covid al San Pio di ...

Ritorna la Festa della Ciliegia di Campoli del Monte Taburno

Dal 10 al 12 giugno, il borgo di Campoli del ...

Anniversario nascita San Pio, gran concerto dell'orchestra sinfonica del Conservatorio

In occasione del 135° Anniversario della nascita di Padre Pio, ...

Forum delle aree interne : Un ponte per le aree interne

Circa trecento amministratori, tecnici, operatori sociali e imprenditori, provenienti da ...

Stampa articolo Stampa articolo

Benevento: Ordinanza di custodia cautelare e sequestro di un immobile adibito alla prostituzione.

03/10/2018
By

Una quarantaseienne dominicana e di un settantatreenne beneventano, accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Nella tarda serata di ieri è stata data esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal locale G.I.P. su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, che prevede la misura degli arresti domiciliari nei confronti di una quarantaseienne dominicana e di un settantatreenne beneventano, accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
E’ stato inoltre eseguito il sequestro preventivo di uno degli immobili situato nel rione Ferrovia di Benevento ed adibito da tempo a luogo di prostituzione.
L’attività d’indagine espletata dalla Squadra Mobile di Benevento e diretta dal gruppo specializzato della Procura in materia di prostituzione, è iniziata già dai primi mesi del 2017 e attraverso intercettazioni telefoniche e riscontri diretti, ha permesso di ricostruire un articolato sistema, mediante il quale la cittadina domenicana reclutava ragazze e transessuali, di varie etnie, da avviare alla prostituzione, locando a proprio nome diversi appartamenti e demandando la gestione della loro sistemazione logistica all’anziano beneventano, che provvedeva inoltre ad interfacciarsi in alcuni casi con i clienti, programmandone gli incontri.
In altri casi il procacciamento della clientela, che fruiva dell’attività di meretricio, avveniva attraverso l’inserzione dei numeri telefonici delle prostitute su portali o bacheche online, che permettevano un contatto diretto con i clienti.

Tags: