sabato 13 Agosto 2022 Scuola di magistratura apre la sede a Scandicci | infosannionews.it sabato 13 Agosto 2022

Smooth Slider

“Sagra della Paccozza” : attesa per il riconoscimento quale “sagra di qualità”.

Grande pubblico nel corso dei due giorni dedicati a tale ...

40.ma edizione della Festa dell’Emigrante – Rotte che si incontrano

40.ma edizione della Festa dell’Emigrante - Rotte che si incontrano

Una lunga tradizione, quest’anno attenzionata con finanziamento dalla Regione Campania, ...

Dissesto, Fioretti (Capogruppo Pd): “Rendere pubbliche le conclusioni delle ispettrici”

Dissesto, Fioretti (Capogruppo Pd): “Rendere pubbliche le conclusioni delle ispettrici”

Di seguito nota stampa di Floriana Fioretti, capogruppo del Partito ...

Protezione Civile: Prosegue l’allerta maltempo fino a domani

Protezione Civile: Prosegue l'allerta maltempo fino a domani

Continua l'allerta meteo per piogge e temporali con livello di ...

Relazione del Ministero dell’Economia: l’assessore Serluca chiarisce

Relazione del Ministero dell’Economia: l'assessore Serluca chiarisce

"In merito alle notizie apparse sulla relazione delle ispettrici del ...

Stampa articolo Stampa articolo

Scuola di magistratura apre la sede a Scandicci

29/05/2012
By

Firmato l’accordo a Roma: Villa Castelpulci a Scandicci sarà la sede della Scuola Superiore di Magistratura

Villa Castelpulci a Scandicci sarà la sede della Scuola Superiore di Magistratura e a settembre 2012, precisamente il 24 settembre, potrà iniziare la propria attività. Il protocollo d’intesa che ufficializza l’utilizzo della struttura, che si trova nel Comune di Scandicci, è stato firmato stamattina a Roma dal ministro della giustizia Paola Severino, dal presidente Enrico Rossi, dal professor Valerio Onida, presidente della Scuola, dal presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci, dal sindaco di Firenze Matteo Renzi e dal sindaco di Scandicci Simone Gheri.


“L’apertura della Scuola a Castelpulci è davvero un fatto molto importante – ha commentato il presidente Rossi
– L’istituto attrarrà miliaia di giovani magistrati e questa presenza avrà senz’altro un valore anche economuico per il territorio. Ma quello che importa soprattutto è il valore culturale dell’apertura della Scuola, che arricchisce con la sua presenza tutta la Toscana. Questo risultato rappresenta anche una prova di collaborazione e di efficienza da parte di tutte le istituzioni”. Il protocollo, che il minostro Severino ha detto di aver firmato “con grande gioia”, definisce tempi e modalità per il completamento dei lavori nella villa e per l’acquisizione degli arredi e delle dotazioni informatiche e tecnologiche indispensabili per l’avvio delle attività della Scuola. Inoltre individua gli impegni di ciascun firmatario ed i servizi aggiuntivi per gli utenti della Scuola.

La Regione, per realizzare gli interventi necessari per consentire la piena fruibilità della struttura, contribuirà con 500 mila euro.
Gli impegni assunti dalla Regione riguardano la realizzazione della infrastruttura telematica (apparati di rete, connettività, apparati di videoproiezione e traduzione simultanea) e la fornitura di arredi per aule didattiche, uffici, sale riunioni, sala pranzo e servizi igienici. Apparecchiature informatiche ed arredi saranno concessi dalla Regione in comodato d’uso gratuito alla Scuola. Prima della firma odierna, che formalizza la destinazione definitiva di Villa Castelpulci come sede della Scuola, tutti gli enti coinvolti avevano già espresso il proprio assenso sia per le potenzialità economiche e culturali del progetto che per la valorizzazione del territorio.

fonte intoscana.it

Stampa articolo Stampa articolo