lunedì 29 Novembre 2021 Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, Mortaruolo: individuate le possibilità per garantire una continuità lavorativa | infosannionews.it lunedì 29 Novembre 2021
Smooth Slider

Variante Omicron, completato sequenziamento: 4 positivi in Campania

La Regione Campania completa il sequenziamento relativo al paziente zero ...

Gesesa, Sguera (Civici e Riformisti): “Dall’inchiesta emerge una questione politica enorme”

“E’ uno scenario preoccupante quello descritto nella nota stampa diffusa ...

Maltempo, prorogata in Campania l’atterta meteo

Maltempo, prorogata in Campania l'atterta meteo

Dopo un brusco abbassamento delle temperature in tutta la provincia ...

Presentato stamani presso la Regione Campania il portale Legalit@ - I codici delle relazioni rivolto alle scuole

Questa mattina nell'Aula "Giancarlo Siani" del Consiglio regionale della Campania ...

Stampa articolo Stampa articolo

Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, Mortaruolo: individuate le possibilità per garantire una continuità lavorativa

15/02/2017
By

Si è concluso poco fa un incontro con i dipendenti del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano per discutere delle problematiche afferenti l’Ente. Presenti anche il Consigliere delegato all’Agricoltura, Franco Alfieri; il direttore del Settore Agricoltura, Filippo Diasco e il sindaco di Solopaca, Pompilio Forgione.

“Come Regione Campania – evidenzia il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura, Erasmo Mortaruolo – abbiamo voluto dare una risposta tempestiva e logisticamente efficiente ai dipendenti preoccupati per il loro futuro lavorativo. La vicenda relativa al Consorzio di Bonifica Sannio Alifano è stata affrontata questa mattina anche nell’audizione dell’ottava Commissione consiliare che ha deciso di individuare nello stabile della Comunità Montana del Titerno – Alto Tammaro la sede da destinare ai dipendenti”.
La Comunità Montana del Taburno aveva infatti già comunicato ai dipendenti che dal prossimo 20 febbraio non sarebbe stato possibile più accedere al primo piano dello stabile dove sono collocati gli uffici dell’Ente.
“Abbiamo voluto dunque trovare come Regione Campania – prosegue Mortaruolo – una soluzione che garantisse la prosecuzione lavorativa ai dipendenti evitando lo spettro del congedo forzato. Tutelando al contempo i diritti acquisiti, la salvaguardia dei posti di lavoro ed una prospettiva lavorativa ed economica senza dimenticare i molti anni di esperienza e di iniziative che hanno dato a supporto dei nostri territori”.Stampa articolo Stampa articolo

 

Tags: ,