domenica 22 Maggio 2022 Altrabenevento: Accertamenti sulle mozzarelle in mensa scolastica. | infosannionews.it domenica 22 Maggio 2022
Smooth Slider
San Pio. Muore per covid un 37enne

San Pio. Muore per covid un 37enne

Un giovane decesso per covid al San Pio di Benevento. ...

Il Benevento regala un tempo al Pisa e va fuori dai play off

Indecifrabile prima frazione dei giallorossi praticamente nulla ed inesistenti. Nella ...

Gesesa. Questa sera a Morcone interruzione idrica

Gesesa. Questa sera a Morcone interruzione idrica

Scrivono dalla Gesesa : " Comunichiamo che a causa di ...

Ato Rifiuti di Benevento: Approvate linee programmatiche EDA

Ato Rifiuti di Benevento: Approvate linee programmatiche EDA

"Si è riunito questa mattina il Consiglio dell’Ente d’Ambito dell’ATO ...

I.C. G.B. Lucarelli di Benevento diventa Plastic Free grazie a Gesesa

Anche i piccoli studenti dell’Istituto Comprensivo di Benevento si impegnano ...

Stampa articolo Stampa articolo

Altrabenevento: Accertamenti sulle mozzarelle in mensa scolastica.

04/05/2016
By

La ASL attesta che i misteriosi accertamenti sui latticini forniti alla mensa scolastica hanno dato “esito negativo”, ma non si riferisce alla mozzarella con un corpo estraneo ritrovato il 13 aprile scorso.

incontro altrabenevento su capitolato mensa

“Da qualche giorno  – scrive Gabriele Corona Presidente di Altrabenevento – la cooperativa Quadrelle 2001 che gestisce il servizio di mensa scolastica, fa pervenire alle scuole la copia di una dichiarazione della ASL di Benevento relativa ad un misterioso accertamento sui latticini. Con la lettera protocollo 59789 del 22/04/2016, ad oggetto “Comunicazione rapporto analitico. Verbale di campionamento n. 22 del 13/4/2016”, il Dirigente del Servizio Veterinario della ASL di Benevento, si limita a comunicare “l’esito negativo dell’analisi (esame ispettivo) effettuata dall’IZSM (R.P. 79958 del 19/4/2016).
A che cosa si riferisce? E perché questa comunicazione in codice cifrato viene inviata alle scuole con la richiesta di renderla nota agli insegnanti e ai genitori? Che cosa dovrebbero capire?
La lettera è indirizzata al legale rappresentante del Caseificio San Maurizio di Orta di Atella, già sequestrato a luglio 2015 per gravi violazioni igienico sanitarie, e per conoscenza al legale rappresentante della Quadrelle 2001 e al direttore del Servizio Veterinario della ASL di Caserta. Insomma poche informazioni, anzi solo una traccia: il nome del caseificio della provincia di Caserta che ha fornito alla mensa scolastica di Benevento la mozzarella nella quale proprio il 13 aprile fu trovato un corpo estraneo, probabilmente una larva di insetti.
Ecco quindi che i soliti tifosi della ditta che gestisce il servizio (dipendenti fedeli ed orgogliosi di autodefinirsi lecchini, diversi insegnanti che stranamente non hanno mia notato nulla di anomalo e quei genitori che hanno sempre difeso prima la Ristorò e poi la Quadrelle 2001) hanno subito diffuso la notizia falsa: la ASL non ha trovato nulla di anomalo neppure nella mozzarella con il corpo estraneo servito alla scuola Pacevecchia.
Ma il “misterioso” accertamento della ASL non si riferisce a quella mozzarella trovata a scuola alle ore 12,30 del 13 aprile! Si riferisce, infatti, ad un campione di altri 4 latticini prelevati alle ore 16,30 di quello stesso giorno, presso il centro di cottura di Ponte Valentino, dai sanitari del Servizio Veterinario della ASL ed inviato per le analisi (tuttora ignote) alI’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzorgiorno.
Che squallore!
Naturalmente il Comune di Benevento dopo aver consentito tutto alla Quadrelle 2001 da Quindici (AV) non fiata, non interviene e non spiega neppure che cosa è emerso dagli accertamenti dopo il ritrovamento di un sassolino nella pasta e lenticchie e la larva nella mozzarella. Tutti sono ormai concentrati sulle elezioni comunali, non si parla d’altro, e allora noi che non siamo impegnati in campagna elettorale ma intendiamo tenere alta l’attenzione sul servizio di mensa per i bambini, chiediamo ai candidati sindaci di pronunciarsi sulle vicende che da oltre un anno preoccupano i genitori. Che dicono in particolare il vice sindaco, Raffaele Del Vecchio che finora è rimasto muto, candidato alla successione di Fausto Pepe che si è comportato da ignavo ? Che cosa si sono detti in un recente colloquio Clemente Mastella e il dirigente della Quadrelle 2001, Salvatore Balestrieri che non è neppure elettore beneventano?
Intanto apprendiamo – conclude Corona –  che la Procura della Repubblica, invocata da più parti per far luce sui fatti da tempo denunciati, ha prorogato di altri sei mesi le indagini, avviate da oltre un anno. Speriamo che questo tempo almeno possa servire per comprendere bene anche per quali motivi diversi insegnanti non hanno mai segnalato fatti anomali, perché solo dalla scuola Pacevecchia e San Filippo sono giunte documentate segnalazioni sul disservizio mensa, perché sono state illegittimamente sospese dal servizio 15 dipendenti del sindacato CUB accusate di aver passato informazioni ad Altrabenevento, perché l’amministrazione comunale non ha revocato l’incarico alla Quadrelle 2001 nonostante le numerose e reiterate gravi violazioni contrattuali?”

Tags: ,