Pietrelcina San Pio : Tutto si è svolto con grande serenità, professionalità e competenza delle persone impegnate a vario titolo sull’intero territorio locale.

Tre giorni di amore, fede e venerazione per San Pio. Il flusso del “popolo” di Padre Pio è stato incessante per un totale di circa 100000 persone.

di Lino Santillo

san pio visita

La folla delle grandi occasioni nel corso dei tre giorni di permanenza a Pietrelcina paese natale di San Pio, non si è fermata di fronte a nessun ostacolo. Nemmeno la pioggia battente della notte del 12 febbraio ha scalfito il grande amore e l’affetto per l’umile frate di Pietrelcina. File interminabili, con un clima davvero invernale con pioggia, vento e umidità ha scalfito la fede granitica e invalicabile dei pellegrini arrivati nella cittadina sannita con ogni mezzo di trasporto. Dal sud al nord al centro alle Isole, tutti determinati con un unico obiettivo raggiungere la Teca contenente il corpo di San Pio per baciarlo, pregare, passare dolcemente un fazzoletto, un rosario, un santino per custodirlo gelosamente e tenerlo stretto a sé per tutta la vita. Obiettivo raggiunto per la stragrande maggioranza di fedeli e devoti che non hanno battuto ciglio, hanno sofferto, pregato nell’ascoltare e vedere all’esterno della Chiesa Sacra Famiglia le parole del grande comunicatore per eccellenza fr. Enzo Gaudio, il quale si è alternato con i frati del Convento guidati dal Superiore fr. Marciano Guarino, come pure il parroco fr. Giuseppe D’Onofrio, fr. Giuseppe Rubbio, unitamente ai gruppi di preghiera e alle associazioni pietrelcinesi e di altre località della campania e di altre regioni. Una fiumana di persone, un vero serpentone umano ben “gestito” dalle varie associazioni della Protezione Civile, della Misericordia e da tutte le Forze di Polizia, con l’ausilio della locale Stazione dei Carabinieri di Pietrelcina punto di riferimento per ogni suggerimento del territorio. Stesso discorso per la Polizia Locale, gli ausiliari al traffico e di tutti i volontari impegnati con spirito di sacrificio e abnegazione nell’arco delle varie giornate per 24 ore continue. L’organizzazione all’interno della Chiesa è stata perfetta con la competenza e professionalità di tutte le persone impegnate, nello specifico la “Security” presieduta da Francesco Paradiso, come pure il gruppo preposto alla vigilanza e a controllare l’incessante flusso di pellegrini i quali si sono alternati nell’arco dei tre giorni per visitare il corpo di Padre Pio. Senza dubbio, un’occasione da non perdere che difficilmente si verificherà un’altra volta. Forse…. Tra cent’anni. Chissà?. Intanto, tantissimi i gruppi di preghiera, le associazioni parrocchiali ed Enti di ogni settore e raggruppamento sono arrivati a Pietrelcina per pregare e chiedere a San Pio, per la Sua intercessione grazie e benedizioni. Ogni famiglia, ogni gruppo, ogni singola persona, si sono rivolti in quel frangente della visita, (meno di 1 minuto) a Padre Pio per implorare sostegno e benedizioni. Ovviamente, come avviene per ogni flusso di persone, tantissimi pellegrini di ogni fascia d’età hanno fatto richiesta di intervento alla Misericordia e al 118. Gli interventi sono stati celeri, tempestivi e nello stesso tempo di grande professionalità di ogni operatore. Fino all’alba di ogni giorno il flusso continuo di devoti si è snodato per viale Cappuccini fino alla Chiesa “Sacra Famiglia”. Tutti felici, soddisfatti lasciandosi la fatica e la spossatezza per l’attesa alle spalle.
Tantissimi cittadini pietrelcinesi, come pure di altre realtà comunali arrivati da tutto il mondo, dagli Stati Uniti, dalla Francia, dall’Australia e da ogni Nazione, per unirsi e non farsi sfuggire l’occasione storica davvero “unica e rara” come hanno dichiarato in tanti nel corso delle tre giornate mentre erano in attesa del proprio turno. Nel complesso, malgrado qualche disagio che può esserci e capitare, tutto si è svolto nel migliore dei modi, con serenità, pacatezza, spirito di abnegazione e attaccamento al lavoro di tutti gli Operatori di ogni settore dalle Forze di Polizia alle diverse associazioni e gruppi impegnati sull’intero territorio. E, anche questo è un altro miracolo per Pietrelcina sotto la protezione e l’aiuto di Padre Pio, un Santo che accomuna e unisce tutti sotto la fede e l’amore per Dio e la Madonna. Bilancio davvero positivo con la presenza stimata di circa 100 mila persone nell’arco delle tre giornate della permanenza a Pietrelcina del corpo di Padre Pio.

Stampa articolo Stampa articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *