martedì 13 Aprile 2021 Liceo Classico P.Giannone Benevento: il 30 ottobre la presentazione del volume a fumetti “14 Agosto 1861…” di Riccardo Fortuna | infosannionews.it martedì 13 Aprile 2021
Smooth Slider
Pepe : “A Benevento una mera e fredda gestione del potere”

Pepe : A Benevento una mera e fredda gestione del potere

"L’ANAC ha annullato la nomina del Direttore Generale della Provincia ...

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

“A seguito delle preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali del TPL, ...

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

"Nuovo parcheggio di 13.000 metri quadrati per ampliamento del Centro ...

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Proseguono le consultazioni del Presidente della Provincia di Benevento Antonio ...

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

“Ho presentato in Senato una interrogazione al Ministro dell’Economia, Daniele ...

Caritas.Riorganizzazione dell’Emporio Solidale

Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti ...

Liceo Classico P.Giannone Benevento: il 30 ottobre la presentazione del volume a fumetti “14 Agosto 1861…” di Riccardo Fortuna

28/10/2015
By

Il 30 ottobre, alle ore 17,00, nell’aula Palatucci del Liceo Classico “Pietro Giannone”, si svolgerà la presentazione del volume a fumetti “14 Agosto 1861… di Pontelandolfo e di Casalduni non rimanga pietra” di Riccardo Fortuna.

 

14 agosto 1861Promosso dal Dipartimento storico-filosofico del Liceo e dall’associazione BN.ComiX, l’incontro vedrà i saluti della D.S. Norma Fortuna Pedicini, l’introduzione del prof. Amerigo Ciervo, responsabile del Dipartimento, gli interventi dello scrittore e storico Giancristiano Desiderio e del fondatore, past-presidente di Bn.Comix, Antonio Furno, che discuteranno con l’autore.
«L’eccidio di Pontelandolfo e Casalduni dell’agosto del 1861, ha dichiarato Fortuna, è la prima strage di Stato di una lunga serie mai interrotta […]. Ho pensato a questo fumetto come una sorta di docu-fiction su carta e non su video» Trentasette anni, un diploma in pittura presso l’Accademia delle Belle
Arti, vignettista, illustratore e qualche striscia su qualche sito online, Fortuna è al suo primo fumetto pubblicato su volume. Riconosce il suo debito nei confronti del grande Moebius.
Gli storici ricordano che il 7 agosto del 1861, nel corso della festa di San Donato, alcuni «briganti», provenienti da Casalduni e da altri paesi del beneventano, dopo aver inneggiato ai Borbone, calpestarono lo stemma sabaudo, assaltarono e bruciarono l’esattoria comunale e costituirono un nuovo governo. L’11 agosto quarantacinque soldati, capitanati dal tenente Luigi Augusto Bracci, si diressero nella cittadina per sedare i disordini, ma furono uccisi. Informato dei fatti, il generale Enrico Cialdini del Regio Esercito Italiano, con l’ordine che «di Pontelandolfo e di Casalduni non rimanga pietra su pietra», inviò quattro compagnie di bersaglieri, capitanati dal maggiore Pier Eleonoro Negri e dall’ufficiale Carlo Melegari. Alle luci dell’alba, i soldati colsero di sorpresa gli abitanti e, dopo aver violentato le donne, uccisi vecchi e bambini, rubato ori e denari, incendiarono e distrussero il paese, provocando la morte di centinaia pontelandolfesi. Come è noto il generale Cialdini ed il maggiore Negri furono insigniti di una medaglia d’oro al valor militare e molti dei soldati che parteciparono all’eccidio ricevettero una menzione d’onore.
Sarà particolarmente interessante il confronto fra Desiderio, che tende a rivedere il “revisionismo” sulla strage, considerando i numeri gonfiati dagli storici “meridionalisti”, e l’autore del volume, schierato sulle posizioni rese popolari da Pino Aprile con i suoi libri.
Per l’occasione Ferdinando Silvestri ha reinterpretato l’evento in un disegno colorato da Stefano Donatiello. Marco Giammetti ha realizzato una cartolina che sarà data in omaggio ai partecipanti.

Print This Post Print This Post

Tags: