martedì 13 Aprile 2021 Primo filone inchiesta sull’Asl di Benevento, in 9 rinviati a giudizio insieme ad una delle società coinvolte. | infosannionews.it martedì 13 Aprile 2021
Smooth Slider
Pepe : “A Benevento una mera e fredda gestione del potere”

Pepe : A Benevento una mera e fredda gestione del potere

"L’ANAC ha annullato la nomina del Direttore Generale della Provincia ...

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

“A seguito delle preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali del TPL, ...

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

"Nuovo parcheggio di 13.000 metri quadrati per ampliamento del Centro ...

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Proseguono le consultazioni del Presidente della Provincia di Benevento Antonio ...

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

“Ho presentato in Senato una interrogazione al Ministro dell’Economia, Daniele ...

Caritas.Riorganizzazione dell’Emporio Solidale

Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti ...

Primo filone inchiesta sull’Asl di Benevento, in 9 rinviati a giudizio insieme ad una delle società coinvolte.

25/09/2015
By

Rinviata a giudizio la “New Center s.a.s”.  La posizione delle altre 5 società è stata stralciata  per una notifica non eseguita correttamente.

Tribunale di Benevento

Ad essere rinviati a giudizio con processo che parte il prossimo 4 Febbraio, sono:  Felice Pisapia, 46 anni, ex direttore amministrativo dell’Azienda sanitaria locale ,  Federico Russo, 69 anni, di Torre Annunziata, all’epoca dirigente dell’Unità operativa Farmaceutica dell’Asl; Michele Galietta, 38 anni, di Melizzano, ex amministratore di diritto della società ‘Migapi Soluzioni srl’; Ercole Nittolo, 44 anni, di Aiello, in provincia di Avellino, amministratore di fatto della ‘Matrix srl’; Antonio Ionno, 50 anni, di Molinara, amministratore di diritto delle società ‘Gerim A di Ionno Antonio &C sas’ e ‘New Center sas’; Giovanni Rocco Cirocco, 59 anni, di Molinara, amministratore di fatto delle società ‘Gerim A di Ionno Antonio &C sas’ e ‘New Center sas’; Giovanni Sgueglia, 46 anni, di Santa Maria Capua Vetere, amministratore di diritto della ‘Admin Group’; Giulio Carpinelli, 49 anni, di San Marco dei Cavoti, già rappresentante legale della Modisan, che si era dimesso dalla carica dopo un avviso di garanzia che gli era stato notificato nel gennaio 2013; Angelo Piteo, 53 anni, amministratore di fatto della ‘Modisan’, di San Marco dei Cavoti, domiciliato a Termoli.

Sotto la lente di ingrandimento della Guardia di Finanza sono finiti pagamenti per importi di 73.450 euro per la ‘Migapi’; 112.350 per la ‘Matrix’; 33.600 euro per la ‘Gerim’; 72mila per la ‘Admin Group’, 391.853 per la ‘New Center’; 665.068 per la Modisan relativi a prestazione eseguite parzialmente o addirittura non eseguite affatto.

Print This Post Print This Post

 

Tags: ,