mercoledì 8 aprile 2020 Incontro a Pesco Sannita con Erasmo Mortaruolo | infosannionews.it mercoledì 8 aprile 2020
Smooth Slider

L’AsDIM ha regalato uova di Pasqua alle parrocchie per i bambini bisognosi.

Un cadeau è stato dato anche alla Caserma dei Carabinieri ...

Resistenze musicali, Accademia in streaming

Resistenze musicali, Accademia in streaming

Con Resistenze Musicali – Accademia in Streaming, anche a Benevento ...

Avicola Mauro: arrivano i primi risultati dei tamponi

Avicola Mauro: arrivano i primi risultati dei tamponi

Nel pomeriggio il Servizio di Epidemiologia dell’Azienda Sanitaria di Benevento ...

Azienda Ospedaliera San Pio. Altri 59 tamponi processati dei quali 5 positivi

Azienda Ospedaliera San Pio. Altri 59 tamponi processati dei quali 5 positivi

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati il 07.04.2020. Si comunica ...

La Trotta-Bus sanifica le proprie vetture con la tecnica dello shock termico

La Trotta-Bus sanifica le proprie vetture con la tecnica dello shock termico

L’emergenza sanitaria da COVID-19 ha consentito alla Trotta Bus Services ...

Coronavirus. Dal S.Pio una barella biocontenimento alla CRI di Benevento

Il Comitato CRI di Benevento è stato dotato dall’azienda ospedaliera ...

Incontro a Pesco Sannita con Erasmo Mortaruolo

16/05/2015
By

Nella sala consiliare di Pesco Sannita, giovedì 14 maggio 2015 Erasmo Mortaruolo è stato accolto dal Comitato nato per sostenerlo alle prossime elezioni Regionali del 31 maggio.

incontro pesco sannitaA partecipare all’incontro il Sindaco di Pesco Sannita, Antonio Michele; il Vicesindaco di Pesco Sannita e membro del comitato, Nicola Gentile; il Vicesegretario Provinciale, Giovanni Cacciano e l’On. Umberto Del Basso De Caro, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del Governo Renzi.

Il primo a prendere la parola e a fare gli onori di casa è stato il Vicesindaco che, con un intervento di ampio respiro, ha messo in evidenza le necessità più impellenti di realtà come la nostra: sanità ben gestita, politiche sociali finanziate in maniera strutturale (e non semplicemente con i residui), serietà. Su questo ultimo punto Gentile è stato molto categorico: se un ente come la Regione prende degli impegni con il territorio, questi devono essere mantenuti ad ogni costo, cosa che negli ultimi tempi purtroppo non si è verificata.

Il Sindaco ha messo in evidenza la necessità di avvicinare l’istituzione Regione agli enti territoriali più prossimi ai cittadini: “Con la scomparsa delle Province, noi Sindaci siamo rimasti più isolati, nonostante siamo noi quelli più vicini al territorio e alle persone. L’ente Regione dovrà ripensare tanti meccanismi per colmare questa distanza e da Mino Mortaruolo ci aspettiamo un forte impegno in tal senso”.

Dopo il saluto del vicesegretario provinciale del PD, Giovanni Cacciano, ha preso la parola Erasmo Mortaruolo, che ha presentato il suo programma politico. Dopo un breve excursus sulla sua esperienza politica, fatta di anni di militanza nel PD, una segreteria provinciale che dura ininterrottamente dal 2010 e un ruolo di Vicesindaco nel suo comune d’origine (Torrecuso), Mortaruolo ha illustrato le sue intenzioni programmatiche in Regione. Tra i principali punti su cui si è focalizzato il suo discorso: la sua visione della politica come servizio e la necessità di lavorare in stretta sinergia con i comuni e loro associazioni anche e forse soprattutto per la futura gestione degli oltre 6 miliardi di euro della programmazione europea 2014/2020.

“Ho sempre interpretato la Politica come servizio – ha dichiarato Mortaruolo – ed è in questo senso che ho sempre agito nel mio ruolo di Segretario Provinciale. Non mi è mai piaciuto semplicemente comandare, fin dall’inizio mi sono messo a disposizione della collettività del PD, ed è in questo modo che intendo interpretare il mio (spero) futuro ruolo da Consigliere Regionale”.

“Il sistema Sannio deve proporsi in maniera positiva e propositiva, – ha proseguito nel suo intervento – non banalmente come un luogo da cui si avanzano solo delle richieste, ma un luogo nel quale si fanno proposte concrete per lo sviluppo e la crescita di una sana economia. Il no allo scempio delle trivellazioni petrolifere deve essere netto, chiaro e deciso. Bisogna far capire che al Sannio non serve l’oro nero, perché noi abbiamo già le nostre ricchezze, un oro verde lo definirei: la natura incontaminata, l’agricoltura tradizionale, i percorsi storico/artistici, ecc.”

Si è poi arrivati al nodo cruciale della programmazione dei fondi europei 2014/2020 sui quali non è assolutamente possibile sbagliare. Spendere e bene sono le parole d’ordine. Non è accettabile che una regione come la Campania debba restituire oltre 2 miliardi di euro della programmazione 2007/2013 per incapacità politica del consiglio uscente.

Nel suo intervento il Sottosegretario Umberto Del Basso De Caro ha potuto dare aggiornamenti sui finanziamenti della Fortorina, dove sono stati resi disponibili 70 milioni nel decreto “Sblocca Italia” e altri 100 saranno previsti a breve, così come per la Telesina, con gli oltre 300 milioni già disponibili per il raddoppio sempre nello stesso decreto.
“Un lavoro che ho avuto la fortuna di portare almeno in parte a conclusione – ha dichiarato Del Basso De Caro – ma che ha visto l’impegno di tante persone della nostra provincia, tra i quali certamente va annoverato un vostro caro concittadino” (ndr l’On. Costantino Boffa)
L’endorsement a Mortaruolo è stato forte e chiaro: “E’ un giovane sì, ma con esperienza, ha le idee chiare e saprà rappresentarci più che degnamente in Regione”. E detto da una persona che da tantissimi anni vive in pieno la Politica, sempre tenendo salda la sua cultura partitica, è davvero un ottimo viatico.

Non resta che sostenere con decisione e forza il candidato del PD Mino Mortaruolo, un uomo “Sincero e Democratico”.

Print This Post Print This Post

Tags: ,