mercoledì 8 aprile 2020 Elezioni Regionali, Daniele Gargano candidato(PSI): “la Campania non può permettersi altri 5 anni di mal governo come quello appena terminato di Caldoro” | infosannionews.it mercoledì 8 aprile 2020
Smooth Slider
Confagricoltura Campania promuove AgriJob il portale per trovare lavoro in campagna

Confagricoltura Campania promuove AgriJob il portale per trovare lavoro in campagna

“Ma le misure di contenimento di Covid-19 non devono limitare ...

Polizia. Sfiorata la tragedia sull'A/16 grazie all'intervento degli operatori di Polizia

Ancora una volta, operatori di Polizia non hanno esitato a ...

Asl. Positivi al Covid -19 in Provincia di Benevento 122 persone

L'Asl comunica che in provincia di Benevento sono 122 le ...

Consegnate le visiere - scudo agli operatori del 118

Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento, ha consegnato ...

Gepos: cura dei pazienti affetti da Covid19

Gepos: cura dei pazienti affetti da Covid19

La Regione e l'ASL di Benevento confermano. L'unità di Crisi Regionale ...

Lettera di mons. Felice Accrocca in occasione della S. Pasqua 2020

Lettera di mons. Felice Accrocca in occasione della S. Pasqua 2020

E' Pasqua anche quest'anno! Carissimi, è Pasqua anche quest’anno, forse ancor ...

Elezioni Regionali, Daniele Gargano candidato(PSI): “la Campania non può permettersi altri 5 anni di mal governo come quello appena terminato di Caldoro”

15/05/2015
By

Le elezioni regionali del 31 Maggio rappresentano un punto fondamentale per questa regione e per il nostro Sannio. Come abbiamo ribadito più volte, la Campania non può permettersi altri 5 anni di mal governo come quello appena terminato di Caldoro.

garganoUn quinquiennio vissuto nell’immobilismo più totale che ha fatto scivolare questa terra sul fondo del baratro, dal quale siamo obbligati a risalire. Per fare questo ci sentiamo pronti e sicuri di poter recitare un ruolo da protagonisti sulla scena politica regionale, in cui stiamo mettendo in campo il nostro valore su alcuni temi che ci stanno particolarmente a cuore in una regione dalle 1000 criticità. Ciò che personalmente mi sconvolge – scrive Gargano –  è che il sentimento di anti-politica e gli schiaffi raccolti in termini di astensionismo negli ultimi anni, a nulla sono serviti, in quanto sembra che nulla sia cambiato. La campagna elettorale sta entrando nel vivo nella ricerca del voto, ma delle tante vertenze ancora in campo riscontro un silenzio imbarazzante. Quindi mi aspetto una campagna elettorale fondata sulla risoluzione dei problemi, sulle forti problematiche avvertite dalla gente, e non su fredde quanto banali apparizioni mediatiche. C’è da restituire una dignità a questo popolo, c’è da restituire nuova linfa vitale ad una provincia dalle mille risorse mai e mal sfruttate. C’è da risolvere l’annoso problema delle aree interne, di cui tutti si riempiono la bocca cercando di farne slogan elettorale, dimenticandosi che la maggior parte di loro ha vissuto fianco a fianco con chi negli anni ha provveduto a cancellare Benevento ed Avellino dalla cartina geografica ed è quindi complice diretto. C’è da far capire a quelle persone che il 31 Maggio si recheranno alle urne, in che modo chi rappresenterà questa provincia in regione, si farà carico delle istanze dei cittadini. Ciò che continuiamo a leggere invece è il continuo scontro fra esponenti di partiti diversi, o talvolta scontri interni alle coalizione, conditi da beghe personali e pettegolezzi che la gente ha dimostrato di non apprezzare negli anni. Sarebbe maggiormente corretto offrire ai cittadini un dibattito sano ed efficace, piuttosto che vedere questa inutile quanto dannosa corsa alla poltrona, ma d’altronde chi ha fatto di questa filosofia un credo politico negli ultimi 20 anni, non vedo come possa cambiare in 20 giorni. Sperando che la gente sappia riconoscere la qualità politica e il vento di rinnovamento che il Partito Socialista ha offerto in vista di questo scontro alle urne.

Print This Post Print This Post

Tags: ,