lunedì 21 ottobre 2019 Li.Si.Po. : è indispensabile modificare le attuali norme di condanna per chi provoca incidenti stradali | infosannionews.it lunedì 21 ottobre 2019
In evidenza

“Due passi e mezzo nella storia”. Il Club Ruote Storiche di Benevento proietterà il documentario mercoledi 23 Ottobre

In prosecuzione dell’ attività di conoscenza, scoperta e valorizzazione del ...

Sismabonus ed Ecobonus, giovedì 24 ottobre convegno al DEMM Unisannio

Giovedì 24 ottobre, alle ore 14:30, presso l'Aula Magna del ...

Piena Solidarietà ai lavoratori dello STIR di Casalduni dal gruppo consiliare “Democratici di Casalduni”

Piena Solidarietà ai lavoratori dello STIR di Casalduni dal gruppo consiliare Democratici di Casalduni

"Il gruppo politico di opposizione consiliare, «Democratici di Casalduni», esprime ...

Conclusa la convention Associazione Nazionale Città del Vino

Con la riunione dell’Assemblea dell’Associazione Nazionale Città del Vino presso ...

Benevento. Circa 500 turisti in visita alla Rocca dei Rettori

Quattro diverse comitive di turisti hanno visitato nella mattinata odierna ...

Valle Telesina. I Caabinieri denunciano una persona in stato di Libertà

Valle Telesina. I Caabinieri denunciano una persona in stato di Libertà

Foglio di via per altri due e due giovani segnalati ...

Li.Si.Po. : è indispensabile modificare le attuali norme di condanna per chi provoca incidenti stradali

26/06/2014
By

E’ una vera è propria strage. Ogni giorno, sulle strade italiane, si verificano incidenti con morti e feriti, fra cui, un elevato numero di bambini e ragazzi.

Una tragica conta delle vittime della velocità, dell’abuso di alcool, della disattenzione, del mancato rispetto delle norme più elementari della circolazione stradale. Suscita indignazione, la condanna a pochi mesi, senza un giorno di carcere, per chi si è reso responsabile di incidente stradale mortale. Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – ha dichiarato il Presidente Nazionale Antonio de Lieto – ha più volte sottolineato che i Giudici, applicano le leggi varate dal Parlamento e quindi, sono indispensabili delle modifiche delle attuali norme. Suscita ira ed indignazione, il comportamento di individui che provocano incidenti stradali, con morti o feriti ed invece che prestare soccorso, avvisare i Carabinieri o la Polizia di Stato o la Polizia Municipale e, ovviamente il “118”, preferiscono darsi alla fuga e, purtroppo, molte volte la fanno franca. L’omissione di soccorso – ha sottolineato de Lieto – nella quasi totalità dei casi, non dipende dal panico o da un cedimento del sistema nervoso, ma è, invece, un atto inqualificabile di codardia e di irresponsabilità, che, a giudizio del LI.SI.PO., andrebbe punito in maniera esemplare. Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – rimarcato de Lieto – già due anni or sono, ha elaborato una proposta di legge, presentata dall’on. Lino Miserotti, tesa ad introdurre il reato di “omicidio stradale”, un provvedimento riproposto da altri, nell’attuale legislatura. E’ necessario introdurre norme più rigide, in materia di circolazione stradale e, soprattutto, servono maggiori controlli dal momento che, non basta introdurre norme durissime, se poi non si esercita una puntuale azione di prevenzione e repressione. Le pene per omicidio colposo, devono essere inasprite, soprattutto nei casi di guida in stato di ebbrezza o di assunzione di sostanze stupefacenti. E’ in atto la grossa discussione circa la riduzione degli organici delle Forse di Polizia e la cancellazione, fra l’altro, di distaccamenti della Polizia Stradale . La politica dei “tagli”, applicata alle Forze di Polizia – ha concluso de Lieto – è totalmente sbagliata. C’è bisogno, invece, di più operatori di Polizia, sulle nostre strade, c’è bisogno di maggiori controlli, c’è bisogno di individuare e porre di fronte alle proprie responsabilità, chi pensa di violare impunemente le norme e di rimanere impunito.

Print This Post Print This Post

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio