venerdì 23 Luglio 2021 Pubblicazione determinazioni dirigenziali on line: interviene l’Ispettorato della Funzione Pubblica | infosannionews.it venerdì 23 Luglio 2021
Smooth Slider
Covid 19 al “San Pio”: situazione invariata

Covid 19 al San Pio: situazione invariata

Restano ancora due i positivi ricoverati per Covid al "San ...

Graduation Day per 800 neo laureati Unisannio

Il 28 luglio l'Università del Sannio celebra il Graduation Day ...

Covid, l’appello del sindaco di Telese ai giovani: “Contiamo su di voi”

Covid, l’appello del sindaco di Telese ai giovani: “Contiamo su di voi”

Cari concittadini,le parole del nostro Presidente del Consiglio ancora risuonano ...

Nuovo logo per il Forum dei Giovani di San Giorgio la Molara.

Attraverso un contest il neo Direttivo del Forum ha, infatti, ...

Pubblicazione determinazioni dirigenziali on line: interviene l’Ispettorato della Funzione Pubblica

13/09/2013
By

La mancata pubblicazione delle determinazioni dirigenziali da parte del Comune di Benevento, dice Luigi De Nigris,  è all’epilogo finale.

La pubblicazione e la consultazione gratuita da parte di tutti i cittadini degli atti dei Dirigenti comunali è ormai questione di giorni.
A vincere l’inerzia degli inviti, delle interrogazioni consiliari e delle richieste rivolte al Prefetto – che ha puntualmente ricordato all’ente comunale l’obbligo della pubblicazione on line degli atti dirigenziali, senza tuttavia conseguire alcun risultato – ci ha pensato l’Ispettorato della Funzione Pubblica.
L’Ispettorato, che come è noto opera all’interno della Presidenza del Consiglio dei Ministri e vigila sulla conformità dell’azione amministrativa, il 3 settembre, a seguito della mia segnalazione dello scorso mese di luglio, ha trasmesso una nota all’Amministrazione comunale.
Nell’esprimere perplessità per il mancato adempimento all’obbligo di legge, l’Ispettorato ha ricordato lo speciale regime sanzionatorio nel caso di “mancato assolvimento degli obblighi di pubblicazione” consistente nel “divieto di erogazione della retribuzione di risultato ai dirigenti coinvolti” .
Ha così richiesto al Segretario generale dell’Ente: “elementi di verifica e le conseguenti iniziative a fronte dell’avvenuta corresponsione dell’indennità di risultato se ritenuta indebitamente percepita”.
Ciò che può apparire come un motivo di soddisfazione da parte del sottoscritto, conclude De Nigris, non lo è affatto. Chiedere interventi straordinari per ciò che è terribilmente ordinario, è una sconfitta per tutti.

Questa la nota :

Print This Post Print This Post

Tags: