giovedì 13 Agosto 2020 Lucia Gangale in visita a Pietrelcina ci illustra le condizioni della “Città di Padre Pio” | infosannionews.it giovedì 13 Agosto 2020
Smooth Slider

Musei della Provincia aperti a Ferragosto

«Complimenti perché esiste, è aperto, ben diretto…».È una delle tante ...

Noi Campani: scelti i vertici della locale sezione di Cautano

Noi Campani: scelti i vertici della locale sezione di Cautano

Nuove nomine e adesioni per Noi Campani. Il movimento di ...

Covid-19, Azienda Ospedaliera “San Pio”, processati vari tamponi tutti risultati negativi

Covid-19, Azienda Ospedaliera San Pio, processati vari tamponi tutti risultati negativi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato l’11.08.2020 nr. ...

Liberamente per Bonea, Bambini e Terza età, doppia iniziativa.  Prossimi allo start campo scuola e cure termali

Liberamente per Bonea, Bambini e Terza età, doppia iniziativa. Prossimi allo start campo scuola e cure termali

Doppia iniziativa nel sociale quella varata dall'Amministrazione comunale di Bonea.Piccoli ...

Rungi Ferrovia Valle Caudina ferma da cinque mesi: servono risposte urgenti

“La gente ha, quanto meno, il diritto di essere informata: ...

Lucia Gangale in visita a Pietrelcina ci illustra le condizioni della “Città di Padre Pio”

21/06/2013
By

Per la serie “ti racconto l’estate 2013”, spunti, note e curiosità in giro per i paesi del Sannio, dopo la movida pagoveianese, ecco a voi i risultati di un’escursione effettuata nel territorio di Pietrelcina.

“La città di Padre Pio”, “fede e natura”: così campeggia nella cartellonistica sparsa nel paese, iniziando dalla zona di Piana Romana, ai piedi della struttura fantasma, inutilizzata dai tempi della sua costruzione, oggi fatiscente ed inumidita, che doveva essere, nella migliore delle ipotesi, una casa di accoglienza per i pellegrini.
Ma, spostandoci ai piedi del cartello in questione, ecco comparire un cumulo di piattini e posate di plastica, nonché sacchi e sacchetti della spazzatura. Residui di pasti luculliani, consumati nelle campagne intorno al paese di Padre Pio, alla faccia della devozione professata per il santo. Altri residui di pasti e grigliate nei prati e nella pineta adiacente la struttura di cui parlavamo. I lettori possono ben immaginare l’olezzo che si leva da tali residui a causa del caldo afoso di questi giorni.
Così i visitatori dimostrano la loro fede ed il loro rispetto per i luoghi dove Padre Pio ricevette dal Signore il dono delle stimmate, portate con umiltà e discrezione per cinquant’anni della sua vita.

Servizio e Foto di Lucia Gangale

Print This Post Print This Post

Tags: