venerdì 28 Gennaio 2022 Luca Palumbo interviene in merito alla vicenda del digestore anaerobico | infosannionews.it venerdì 28 Gennaio 2022
Smooth Slider
Covid.Al San Pio un deceduto e cinque dimessi.I pazienti ricocerati sono 64

Covid.Al San Pio un deceduto e cinque dimessi.I pazienti ricocerati sono 64

Al San Pio nelle ultime ore si registrano 5 dimessi ...

Inaugurato stamane l'anno accademico 2021/2022 dell'Università del Sannio

Presente alla cerimonia il Ministro del Sud e della ...

Revisione dei Conti,Rubano: “Capuano ha suggeritore somaro/stonato e non conosce normativa”

Revisione dei Conti,Rubano: Capuano ha suggeritore somaro/stonato e non conosce normativa

“Le Amministrazioni Comunali di cui ho fatto parte, ne’ l’attuale ...

Oggi a Castelpagano i funerali per la morte del sannita Lucio. Proclamato lutto cittadino

A Castelpagano, proclamato il lutto cittadino per la morte del ...

Stampa articolo Stampa articolo

Luca Palumbo interviene in merito alla vicenda del digestore anaerobico

20/05/2013
By

Rispetto all’installazione dell’impianto di digestione anaerobico dei rifiuti organici a  Telese Terme e alle relative polemiche che sono nate è  intervenuto Luca Palumbo, coordinatore del locale circolo della “Giovane Italia”.

“Ritengo doveroso ribadire – puntualizza – la posizione da me assunta nel dibattito del 16 aprile scorso, condivisa dall’intero movimento giovanile provinciale del Popolo della Libertá.
Nel rimarcare che la partecipazione dei cittadini in una scelta del genere andava effettuata prima di dare avvio agli atti necessari alla redazione del progetto preliminare rilevo, comunque, che nell’incontro di giovedì scorso sicuramente è emersa una certezza.
Il sito prescelto, vuoi per questioni ambientali, vuoi per questioni urbanistiche, vuoi per motivi di procedure amministrative, non è idoneo ad accogliere l’impianto in argomento.
Alla luce di quanto sopra, è opportuno che il Consiglio comunale produca un atto indirizzato al commisario Aniello Cimitile al fine di ottenere la sospensione della progettazione dell’impianto in questione.
E’ inverosimile procedere con la stessa non potendo utilizzare il sito reso disponibile, determinando un costo inutile per l’Ente Provincia.
Inoltre, tale atto, sarebbe la garanzia effettiva per i cittadini che “niente è stato fatto” e che “è tutto da decidere”.
Auspico che la questione giunga ad una rapida soluzione, che non sia pregiudizievole per lo sviluppo turistico del paese e, tantomeno, per la salute dei cittadini.”

Stampa articolo Stampa articolo

Tags: , , ,