giovedì 9 Luglio 2020 Adiconsum:”Mettere al centro il lavoro defiscalizzando le aziende che creano nuovi posti di lavoro” | infosannionews.it giovedì 9 Luglio 2020
Smooth Slider

Unifortunato, al via i corsi di formazione e alta formazione per i dipendenti PA

Organizzati dall’Unifortunato nell’ambito del progetto Valore PA dell'INPS.L’Università Giustino Fortunato ...

Laurea Online per Maria Rosella

Nonostante permangano tutt'ora le misure restrittive relative alla pandemia di ...

Pietrelcina si conferma palcoscenico ideale per il grande jazz

Si svolgerà a Pietrelcina il 30 luglio, 4 e 5 ...

Conferenza ASI, Di Maria: La tutela ambientale è una nostra priorità

Questo pomeriggio il presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di ...

Adiconsum:”Mettere al centro il lavoro defiscalizzando le aziende che creano nuovi posti di lavoro”

07/05/2013
By

Se 1.500.000 di aziende non individuali assumessero 1 persona a 1.000 euro netti/mese, si produrrebbero risorse per consumi, produzione e risparmi pari a 19 mld e mezzo di euro!

Pietro Giordano Adiconsum

Confcommercio – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – ha pienamente ragione nel far rilevare come i consumi siano tornati quelli di 13 anni fa.
Gli italiani – prosegue Giordano – stretti nella morsa dell’alta tassazione, della disoccupazione e della perdita del reddito familiare consumano sempre di meno, in quanto il Paese si trova da tempo in una spirale perversa che abbassa i consumi, fa registrare un calo della produzione di beni e servizi, con conseguente perdita occupazionale, chiusura di aziende e quindi ancora calo del reddito complessivo delle famiglie italiane.
È tempo – continua Giordano – di immettere nel sistema Paese nuove risorse economiche per rilanciare i consumi, chiedendo da una parte all’Europa deroghe a linee politiche, che, in maniera draconiana, finiscono col deprimere le economie nazionali e quindi anche l’economia dell’area euro, operando dall’altra a livello nazionale un taglio significativo dell’imposizione fiscale sul lavoro a favore di aziende, lavoratori e sulle pensioni, in particolare incentivando, attraverso la defiscalizzazione e la flessibilità contrattata, le aziende che assumono.
Se il milione e mezzo di aziende non individuali – propone Giordano – così incentivate, assumessero almeno un dipendente ad una media di 1.000 euro netti al mese, si immetterebbero risorse nel sistema Paese a favore dei consumi, della produzione e dei risparmi pari a 19 miliardi e mezzo e si abbatterebbe l’alto tasso di disoccupazione esistente soprattutto fra i giovani e le donne.

Print This Post Print This Post

Tags: