giovedì 20 febbraio 2020 UIL Trasporti : nuova legge sul ciclo di rifiuti in Campania | infosannionews.it giovedì 20 febbraio 2020
In evidenza

Lavoro, Rota (Fai Cisl): su CCNL Industria Alimentare un paradossale gioco al ribasso

“È paradossale che in un settore che è diventato motore ...

Sandra Lonardo dà una sonora bacchettata ai leghisti: “Stavamo meglio quando stavamo peggio”.

Sandra Lonardo dà una sonora bacchettata ai leghisti: “Stavamo meglio quando stavamo peggio”.

La senatrice Sandra Lonardo interviene con un post  su facebook ...

Giuria internazionale “Città di Airola” per i Premi “Moscato” e “Giovani pianisti”

Giuria internazionale per i Premi "Moscato" e "Giovani pianisti". Cinquina ...

A Chiavari per abbattere un’altro tabu’. Inzaghi : ” L’Entella squadra forte con un ruolino in casa incredibile”

A Chiavari per abbattere un'altro tabu'. Inzaghi : L'Entella squadra forte con un ruolino in casa incredibile

Conferenza stampa prima dell'insidiosa trasferta a Chiavari contro l'Entella. Trasferta in ...

Campoli del Monte Taburno: nascondeva pistola automatica.Arrestato 24enne

Nascondeva in casa un pistola automatica. Con l’accusa di detenzione abusiva ...

UIL Trasporti : nuova legge sul ciclo di rifiuti in Campania

28/03/2013
By

La legge 13512012 stabilisce che saranno i Comuni ad occuparsi dell’intero ciclo dei rifiuti in tutte le sue funzioni: spezzamento, raccolta trattamento e smaltimento attraverso gli ATO ( Ambiti Territoriali Ottimali)

 

Il Segretario Generale Giuseppe Pagliuca, dellaUil Trasporti Provinciale, ci tiene a sottolineare che “la nuova legge sul riordino del settore dei “rifiuti in Campania che entro il mese di aprile dovrebbe andare in vigore , non è una legge costituita dalla funzione pubblica CGIL, come ha fatto intendere il quotidiano Otto Pagine all’intervista ai coordinatori RSU dei Bacini e il segretario funzione pubblica CGIL , bensì un’emanazione dello stato e delle regioni.

Trovo ingiusto e fuori luogo che la FP.CGIL, – specifica Pagliuca –  voglia prendersi meriti che non gli appartengono considerando il fatto che allo stesso tavolo istituzionale vi erano anche le altre sigle sindacali confederali UIL e CiSL . E’ la trasparenza con cui ho sempre agito che mi consente di essere chiaro e lecito, in modo particolare con gli ex lavoratori del s. territorio appartenenti ai consorzi di bacino n.ll2l3.

La legge 13512012 stabilisce che saranno i Comuni ad occuparsi dell’intero ciclo dei rifiuti in tutte le sue funzioni: spezzamento, raccolta trattamento e smaltimento attraverso gli ATO ( Ambiti Territoriali Ottimali) . Onde evitare aspettative false e tendenziose, la Uil Trasporti tiene a precisare che qualora non dovesse esserci una immediata collocazione nel ciclo dei rifiuti di tutti i 124lavoratori degli ex Consorzi di Bacino BN l/2/3 andremo a stilare una graduatoria applicando l’art. 33 del DLS N. 65/2001 riguardante i criteri oggettivii.

Ci sembra – continua a specificare il Segretario –  alquanto strano che la FP CGIL prima sieda al tavolo decisionale con le altre OO.SS. UIL e CISL e poi prende iniziative solitari come se avesse partecipato sola alle riunioni. La Segreteria della UIL Trasporti è alquanto infastidito da questo atteggiamento, perché comunque alla fine di ogni percorso legale o non, saremo sempre attivi per la tutela dei lavoratori tutti. La Uil Trasporti onde evitare ulteriori disguidi ed incomprensioni propone un incontro con i Segretari Confederali CGIL e Cisl per esperire ad un unico pensiero da portare sui futuri tavoli delle trattative. Chiediamo inoltre al Presidente della Commissione Regionale Ambiente l’On. Luca Colasanto di informare anche attraverso la stampa i lavoratori degli ex consorzi di Bacino BN l/2/3 sulla destinazione degli stessi. E’ da’considerare anche una sua vittoria la fine di questa lunga e penosa odissea.”

Print This Post Print This Post

Tags: , ,

             

Il Campionato del Benevento Calcio

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Atelier Pantheon

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio