venerdì 17 gennaio 2020 Convegno Fratelli d’Italia: Concorrere alla vittoria di un nuovo Centrodestra basato sull’onestà, la pulizia morale, la meritocrazia e la forza delle idee. | infosannionews.it venerdì 17 gennaio 2020
In evidenza

La pattinatrice, campionessa mondiale 2011, Viviana D'Alessandro questa sera ai soliti ignoti

Con lei anche il fratello come  parente misterioso  da indovinare. Il ...

Tragico incidente sulla SS.90 bis. Scontro frontale tra due vetture muore una donna.

Traffico in tilt questo pomeriggio, per via di un ...

La dieta mediterranea è la più sana che ci sia per il terzo anno di fila.

Le diete vanno e vengono e hanno il loro tempo ...

Airola, il dottore Giuseppe Iadevaia designato Vicesegretario comunale

Airola, il dottore Giuseppe Iadevaia designato Vicesegretario comunale

Giuseppe Iadevaia è stato designato vicesegretario del Comune di Airola. ...

Convegno Fratelli d’Italia: Concorrere alla vittoria di un nuovo Centrodestra basato sull’onestà, la pulizia morale, la meritocrazia e la forza delle idee.

18/02/2013
By

Essere costruttivi in un momento in cui l’appeal della politica italiana è ridotta ai minimi storici, ridare dignità alla politica e quindi al Paese, concorrere, inoltre, alla vittoria del centrodestra sentendosi un altro centrodestra, basato sull’onestà, la pulizia morale, la meritocrazia e la forza delle idee, questi gli obiettivi principali dell’onorevole Guido Crosetto (leader e cofondatore insieme a Giorgia Meloni e a Ignazio La Russa del partito Fratelli d’Italia) e del leader del movimento sannita Luca Ricciardi, candidato alla Camera dei Deputati nella Circoscrizione Campania 2, intervenuti all’hotel President di Benevento per illustrare al pubblico i punti programmatici del neo movimento politico, oltre che la loro visione della politica: lontana dai facili insulti diretti agli avversari politici e vicina alle persone reali che conoscono il Paese reale.

Guido Crosetto e Luca Ricciardi Fratelli d'Italia

A fare gli onori di casa e ad introdurre il discorso del deputato piemontese, un battagliero Luca Ricciardi, che ha spiegato ai numerosi astanti il ‘progetto Fratelli d’Italia’: “Il PdL degli ultimi tempi è lontano da quell’atto fondativo in cui avevamo creduto, le speranze erano forti, poi fenomeni degenerativi ci hanno allontanato. Con la linearità, la credibilità e la coerenza delle nostre storie personali – ha aggiunto – noi siamo convinti di poter dare una risposta a quella che è la domanda del nostro elettorato, che non ci chiede antipolitica, ma ha fame di una politica seria, onesta, trasparente e che finalmente faccia gli interessi della gente”.
In uno sguardo di insieme che abbraccia sia la visione nazionale che quella locale, Ricciardi ha parlato di un intreccio perverso, una cappa clientelare e un malcostume targato PD che sistematicamente va a discapito dei cittadini onesti, vedi il caso Monte dei Paschi di Siena: “Basta con le ruberie – ha dichiarato tra fragorosi applausi – è questa l’Italia giusta di Bersani?”.
Provincia e Comune di Benevento, poi, non godono certo ottima salute: “Lo scandalo giudiziario che ha recentemente coinvolto gli amministratori di Palazzo Mosti è una vergogna che non giova certo ai beneventani. Vedere la nostra città accomunata ad altre ben note per un profondo senso di illegalità e di connivenze fa veramente male – ha affermato -. Non c’è dubbio che siamo irrimediabilmente difronte ad un vulnus di credibilità e di senso dell’etica pubblica per cui chiediamo il ritorno alle urne. Alla Provincia, poi, il ‘grigio professore Cimitile’ ha consegnato l’Ente alla inoperatività politico-amministrativa, Benevento è fuori da qualsiasi centro nevralgico dello sviluppo. Una maggioranza colabrodo che ha defenestrato tutti i suoi assessori non allineatisi agli umori del PD, che ha individuato nelle istituzioni solo il mezzo per raccogliere il consenso. Le agenzie partecipate, fonte di spreco e di poltrone, sono state lo strumento per tenere in vita la maggioranza numerica”.
Il candidato Ricciardi ha enucleato, quindi, le proposte di Fratelli d’Italia da portare al prossimo Parlamento: cambiamento della legge elettorale, lotta alla criminalità organizzata, una grande riforma del mercato del lavoro, l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, queste alcune delle prime e più urgenti riforme per le quali battersi e far rinascere un Paese – l’Italia – capace di dare una prospettiva di dignità ai suoi figli.
Ha parlato di pazzia Crosetto in riferimento all’abbandono del Popolo della Libertà a circa due mesi dalle elezioni per fondare un nuovo partito: “Io con Berlusconi avevo un posto sicuro in Parlamento, ma non ce la facevo più a stare vicino a persone che non sapevano chi gli avesse comprato la casa – ha asserito sarcastico -. In questi anni sono mancati i nomi e le facce pulite”.
Si è soffermato molto l’onorevole piemontese sulla credibilità della politica: “Da noi – ha spiegato – non sono accolti coloro che intendono la politica come un mestiere per svoltare la propria esistenza. Non ci piacciano le nomine calate dall’alto. Fratelli d’Italia propone un messaggio alternativo al distruzionismo di Grillo e alle promesse elettorali di PD e PdL, per noi la politica è mettersi al servizio del popolo e non di un capo. Quella che abbiamo scelto è una strada molto difficile, ma lo abbiamo fatto per ridare dignità alla politica, noi vogliamo un simbolo che sia presentabile, perchè cammina sulle gambe di tante persone presentabili che conoscono il Paese reale. Sinceramente, non so quanti voti ci porterà questa scelta, ma almeno tutti dovranno riconoscerci di averci provato”.
Da imprenditore Crosetto ha disquisito di crisi economica: “Stiamo vivendo l’anno peggiore dal 2° dopoguerra ad oggi e non perchè il debito pubblico sia alto, nel ’92, ad esempio, la situazione era peggiore, ma la differenza rispetto ad allora è che se il Paese andava male, comunque c’erano gli artigiani, i commercianti, gli operai, gli agricoltori che lavoravano e dunque producevano ricchezza, oggi no! Se si smette di ascoltare la ricetta europea, che ci sta uccidendo, e si riparte dal Paese reale, ovvero le categorie summenzionate, potremmo ancora recuperare”.
Altro tema spinoso: l’IMU.
“La prima casa ha un valore sociale. Otto mesi fa l’unico a dire che questa tassa fosse assurda fui io, ora tutti dicono di volerla abolire, in primis proprio il PdL, forse dall’esterno riusciremo ad influenzarlo più di quando stavamo dentro”.

Print This Post Print This Post

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Atelier Pantheon

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio