martedì 25 giugno 2019 Bersani :Bisogna voltare pagina, non è in gioco solo una legislatura ! | infosannionews.it martedì 25 giugno 2019
In evidenza

Venerdì 28 giugno Summer Party all'aunifortunato

La festa di fine anno accademico Summer Party all'Università Giustino Fortunato, ...

A fine luglio il grande jazz di scena a Pietrelcina

Si svolgerà a Pietrelcina dal 27 al 31 luglio 2019 ...

Conversazione con Antonio Paolo Guarino Mercoledì 26 giugno presso la Fondazione Gerardino Romano

Mercoledì 26 giugno alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, ...

Alla Rocca dei Rettori di Benevento Assemblea delle Città del Vino

Il Presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria, intervenendo ...

Domenica 30 giugno la cerimonia di apertura del Torneo di Green Volley ad Apollosa

L'US Acli provinciale di Benevento, con il patrocinio del Comune ...

Gesesa – Telese: Interruzione erogazione a causa di un intervento di manutenzione.

Gesesa - Telese: Interruzione erogazione a causa di un intervento di manutenzione.

GESESA comunica che a causa di un intervento di manutenzione ...

Bersani :Bisogna voltare pagina, non è in gioco solo una legislatura !

14/02/2013
By

Bersani chiarisce che non è Berlusconi il male dell’Italia ma il Berlusconismo, cioè affidare tutto nelle mani di uno solo. E su la vicenda “Mani sulla città” ha detto :”La nostra è una posizione di chiarezza: abbiamo fiducia nella magistratura”.

Chi c’è dopo Belusconi? Boh. Chi c’è dopo Grillo? Boh. Chi c’è dopo Ingroia? Boh.Chi c’è dopo Monti? Boh. E così anche per gli altri partiti dove il personalismo la fa da padrone. Invece, chi c’è dopo il Pd? L’intero partito. Ecco questo è un concetto ed un  passaggio fondamentale per il segretario del Partito Democratico che ha rivendicato di non aver messo il suo nome sul simbolo, come hanno fatto gli altri, pur vincendo le primarie.

E’ il Bersani che non ti aspetti, quello che manda tutti i simpatizzanti “in brodo di giugole” quando ricordando la storia romana, e quindi la colonizzazione dell’Emilia da parte dell’impero romano, ha ricordato di come quelle milizie venivano anche da un pò più a sud di Roma ed anche dalle aree interne.  “Sono certo che nelle mie vene scorre anche sangue sannita” ha affermato il segretario nazionale del Pd tirandosi un applauso che poteva far venir giù l’intero auditorium “Calandra”.

La serata era stata aperta dagli interventi delle tre candidate donne del Partito Democratico,  Ada Renzi,  Annachiara Palmieri e Annalibera Refuto, che hanno posto l’accento maggiormente su tutto ciò che riguarda il Mezzogiorno ed in particolare il nostro territorio con le sue potenzialità, ottenendo un plauso anche da Bersani che ha anche detto, a proposito delle candidature delle donne,  che   il Partito Democratico porta avanti le donne serie e sul serio.

Bersani attacca anche la lega e la voglia di Settentrionalismo. Sono idee sbagliate quelle che asseriscono che azzoppi il sud ed il nord galoppa. Sono solo bufale! Bisogna fare la stessa politica per il Nord e per il sud con qualcosa in più per il sud dove sia i problemi che le potenzialità sono maggiori perchè “chi più ha più deve dare”.

Rivolgendosi alla platea il segretario nazionale ha detto di essere convinto che il Pd può farcela, perchè non va in giro a rancontare “balle”, perchè in giro c’è tanta gente che oggi è disposta a pensarci su, perchè il Pd ha sempre mantenuto la parola e sarà la partecipazione “l’arma atomica” per vincere. E, aggiunge Bersani, il giaguaro non lo smacchio da solo ma lo smacchiamo tutti insieme !
Sdrammatizza anche sulla serata di ieri sera di Sanremo e sulle battute del comico “Crozza”. E dice : ” quando ha parlato di me c’erano 30 milioni di telespettatori, che figura ho fatto !”. E poi chiarisce ” facciamo una risata perchè bisogna essere seri dove cì è da essere seri. Cosa che a suo dire non fanno Monti e Berlusconi che in un solo giorno hanno promesso di togliere 30 miliardi di tasse ed in un altro giorno Berlusconi ha trovato 4 milioni di posti di lavoro. E così Grillo che vuole dare mille euro al mese a tutti i disoccupati, ma perchè non duemila dico io ha aggiunto Bersani. Ma siamo seri se no la faccio anch’io una promessa ” restituisco i soldi dei viaggi di nozze”!
Bisogna parlare di cose serie ed allora ecco il programma : pagamenti più veloci per le imprese, piccole opere fatte dai Comuni, economia, verde, bonifiche, infrastrutture, politica industriale, agricoltura, ricerca. L’imu dovrà essere progressiva, con attenzione ai piccoli redditi per essere maggiormente caricata sui grandi patrimoni, mentre bisogna andare giù duri sui temi  della corruzione, della lotta alla criminalità, della legalità, del conflitto di interesse e sul falso in bilancio.
Ritornando alle elezioni Bersani è stato chiaro : ” E’ una partita a due contro il Pdl. O vinciamo noi o vincono loro” come a dire, gli altri non ci sono!
Print This Post Print This Post

Tags:

             

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio