domenica 17 Gennaio 2021 Airola (Bn) : Arrestato “custode” di armi e munizioni | infosannionews.it domenica 17 Gennaio 2021
Smooth Slider
Parente: ” Politica e Verità: il giovane civico e il Potere.”

Parente: Politica e Verità: il giovane civico e il Potere.

Ho avuto difficoltà, scrive Renato Parente, ad iniziare questo mio ...

Benevento. Svaligiata villa a contrada San Cumano

Benevento. Svaligiata villa a contrada San Cumano

Nel pomeriggio di ieri in contrada San Cumano di Benevento ...

Compagnia San Pio. Continua la distribuzione alimentare alle famiglie bisognose

Uno dei più drammatici problemi della povertà sicuramente sta nella ...

Asl Benevento. 20 i positivi di oggi, nessun deceduto

Venti positivi su 268 tamponi eseguiti. E' questo il bilancio ...

Accordo Partito Democratico e M5S. Articolo Uno Sannio interessato a sedersi al tavolo

Accordo Partito Democratico e M5S. Articolo Uno Sannio interessato a sedersi al tavolo

L’approssimarsi della individuazione della data della prossima tornata elettorale, scrivono ...

Al “San Pio” 10 nuovi positivi al Coronavirus

Al San Pio 10 nuovi positivi al Coronavirus

Presso l’A.O.R.N. “San Pio”  processati in data odierna  251 tamponi, ...

Airola (Bn) : Arrestato “custode” di armi e munizioni

11/01/2013
By

Insospettabile anziano in possesso di armi illegalmente detenute e di oltre 6mila proiettili.

Una pistola calibro 38, 3 fucili da caccia (persino 1 sciabola) e 6.500 munizioni di vario tipo: questo il bilancio dell’operazione di servizio da poco conclusasi con l’arresto di Supino Lorenzo, 65enne, incensurato, residente in Airola.

Alle luci dell’alba, i Carabinieri di Montesarchio hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo alla ricerca di armi e munizioni.

Le operazioni sono state lunghe, ma alla fine hanno portato al brillante risultato: all’interno di un deposito di attrezzi, precisamente sotto vecchi rottami, sono state scovate 2casse in legno in cui erano state riposte le armi e le necessarie cartucce.

L’uomo, attonito, non ha voluto fornire giustificazioni circa la presenza di tutto quel materiale (ovviamente posto in sequestro) sul quale ora verranno condotti accertamenti più approfonditi – interessando anche il RIS di Roma – al fine di stabilirne la provenienza, l’eventuale utilizzo, ovvero per capire se l’arrestato potesse fungere da “custode” per la criminalità locale.

Condotto in Caserma e foto-segnalato, è stato ristretto presso il proprio domicilio in attesa di essere giudicato per il reato di possesso illegale di armi e munizioni. 

Print This Post Print This Post

Tags: