Oggi è stato ricordato il soccorso di un Carabiniere prestato ad Alessandro Muscetta vittima di un incidente stradale

Il figlio Gerardo oggi ha incontrato i Carabinieri che nell’incidente prestarono i primi soccorsi al padre che versava in grassime condizioni.

Questa mattina presso la Sala Conferenze del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento il figlio di Alessandro Muscetta, Gerardo, ha incontrato i Carabinieri che intervennero nell’immediatezza del sinistro stradale che ha coinvolto con gravi conseguenze il proprio papà.
Si ricorderà infatti che Alessandro Muscetta, alla guida di una bisarca carica di automobili, fu coinvolto in un grave tamponamento stradale nelle prime ore della mattinata del 12 novembre 2012 sul raccordo autostradale Benevento – Castel del Lago (AV), rimanendo incastrato tra le lamiere della cabina del veicolo e riportando gravissime lesioni. A seguito del sinistro sul posto fu inviata una “Gazzella” dell’Arma ed i due militari dell’equipaggio, ivi giunti, si rendevano immediatamente conto della gravità dei fatti e così mentre il V.Brig. Gallo Antonio si adoperava celermente per garantire la fluidità del traffico stradale che andava sempre più addensandosi, il V.Brig. Colangelo Pellegrino, con grande lucidità e forza d’animo, resosi conto delle gravissime condizioni in cui versava, prestava i primi soccorsi al Muscetta fermandogli la forte emorragia a cui era sottoposto con l’applicazione sull’arto inferiore sinistro di un pezzo di fune rinvenuto a colpo d’occhio nei pressi del luogo del sinistro, rincuorandolo e mantenendolo cosciente fino all’arrivo del personale del 118 che, dopo i primi soccorsi, lo trasportava all’Ospedale “G. Rummo”.
Da come si è potuto in seguito apprendere dai medici e come confermato dallo stesso Gerardo, è emerso che l’intervento rapidamente posto in essere dal militare è stato di fondamentale importanza per evitare un grave shock emorragico al Muscetta scongiurandone fattivamente il reale pericolo di vita.
Nell’incontro odierno, presenti anche il Comandante della Compagnia Carabinieri di Benevento – Cap. Sabato D’Amico – ed il Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile, Tenente Angelo D’Aiuto, in rappresentanza del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Benevento, Colonnello Antonio Carideo, Gerardo Muscetta, con avvertita emozione e commozione, nel ripercorrere la tragica vicenda che lo ha colpito, ha espresso parole di sentito ringraziamento elogiando l’operato dei militari e segnatamente quanto fatto dal V.Brig. Colangelo per evitargli la perdita del papà che sarebbe stata ancora più tragicamente sentita visto l’approssimarsi delle festività natalizie.

Stampa articolo Stampa articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *