Casalduni, il sindaco Iacovella: “Abbiamo risanato le casse comunali pagando debiti e mutui pari a € 5.201.908,99”

“Nel corso degli ultimi 10 anni la nostra amministrazione si è impegnata attivamente nel risanamento finanziario del comune, compiendo significativi passi avanti nel settore dei mutui ereditati dalla precedente gestione”. Così Pasquale Iacovella, sindaco di Casalduni e ricandidato alla carica di primo cittadino alle prossime elezioni di giugno con la lista ‘Rinnovamento per Casalduni – Democrazia, Trasparenza, Libertà’, chiarisce una volta e per tutte, con cifre dettagliate sui mutui, il debito amministrativo ereditato e dalla sua squadra risanato. “Grazie ad una gestione oculata e responsabile delle risorse, – continua Iacovella – l’amministrazione è riuscita a saldare con successo un ammontare complessivo di 5.201.908,99 € di mutui presso la Cassa Depositi e Prestiti. Questo importante risultato testimonia l’impegno costante e la determinazione nell’assicurare una situazione finanziaria più stabile e sostenibile per il bene della comunità locale. E per questo voglio anche ringraziare tutti gli uffici comunali ed ogni responsabile di Area che, ognuno per le proprie competenze ha assicurato un monitoraggio efficace dei dati contabili e delle informazioni economiche rilevanti per ottimizzare le risorse e garantire una gestione efficiente”. Conclude Pasquale Iacovella: “E’ necessario che tutti prendano coscienza e conoscenza di come erano realmente le cose nel 2014, in quale critica situazione finanziaria versavano le casse comunali. Qualcuno puntare l’indice contro di noi – afferma Iacovella – ma ovviamente c’è chi lo fa in malafede o perché non è adeguatamente informato. A loro noi vogliamo in particolare rivolgerci per offrire, in modo dettagliato, il quadro debitorio che c’era nel 2014 ed il quadro di oggi con il risanamento finanziario effettuato da questa amministrazione. Sono quindi a disposizione di tutta Casalduni  – conclude il sindaco Iacovella – per dare le informazioni necessarie e approfondite, con documenti alla mano, di tutto il quadro finanziario, risanato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *