martedì 23 Aprile 2024 ASL, oggi Conferenza dei Sindaci sul Servizio Emergenza 118. Mastella: “risultato ragguardevole” | infosannionews.it martedì 23 Aprile 2024
In evidenza

Domenica 28 Aprile torna Rapsodie - Emozioni in prosa, poesia e musica con Comedians during the Plague

Con lo spettacolo teatrale di Cristian Izzo "Comedians during the ...

A Benevento il corteo della Liberazione organizzato dall’Anpi del Sannio

Il comitato provinciale dell’Anpi di Benevento con le sue sezioni ...

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

Con apposito decreto sindacale è stato istituito un Gruppo di ...

Unisannio.1° Corso di formazione per i dipendenti del Comune di Benevento

Il Comune di Benevento e l'Università degli Studi del Sannio ...

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

In merito alle problematiche idriche che si stanno verificando nella ...

Stampa articolo Stampa articolo

ASL, oggi Conferenza dei Sindaci sul Servizio Emergenza 118. Mastella: “risultato ragguardevole”

19/02/2024
By

Il servizio di Emergenza Territoriale è stato al centro della Conferenza dei sindaci che si è riunita oggi nella sede Asl di via Oderisio.

Alla presenza del presidente dell’organismo, Clemente Mastella, e degli altri sindaci intervenuti, dei comuni di Apice, Arpaia e Castelpagano, il direttore generale dell’Asl, Gennaro Volpe, ha aperto i lavori con il primo ed imprescindibile dato sul numero di medici dell’emergenza attualmente in servizio, pari a 48 unità.

“Nonostante tutti gli sforzi messi in campo per acquisire personale – ha spiegato Volpe – attraverso gli istituti contrattuali previsti: concorso, mobilità,  ecc., ad oggi la grave carenza di personale, peraltro diffusa e generalizzata, non è stata colmata, anzi si aggraverà ulteriormente in questo anno per sopraggiunti limiti di età di personale medico. Pertanto, dobbiamo ottenere il massimo in termini di efficacia del servizio, con le risorse di cui disponiamo”.

In pratica, con 48 medici dell’Emergenza, un numero che rappresenta poco più della metà di quello teorico, dopo intensa e costruttiva discussione con i sindaci, è stata riprogrammata l’attività ragionando su 18 postazioni in totale, anche tenendo conto delle vigenti normative in merito al lavoro straordinario e alle prestazioni aggiuntive.

L’attività emergenziale sarà così costituita: 1 Centrale Operativa; 2 PSAUT (a Cerreto e San Bartolomeo); 5 postazioni mobili medicalizzate: Benevento, Melizzano, Torrecuso (in contrada Olivola), Montesarchio e San Marco dei Cavoti. Inoltre, il dg Volpe, ha accettato la proposta di aggiungere un’altra postazione che, in considerazione delle peculiarità del territorio e della complessa viabilità, ha allocato nel comune di Paduli. Restano confermate le 11 ambulanze infermieristiche attrezzate con strumenti tecnologici  di ultima generazione e professionisti con elevate competenze che applicano i protocolli operativi specifici di soccorso avanzato, per intervenire con efficacia e assoluta professionalità.

“Nonostante le criticità dovute alla penuria di medici – ha specificato il DG – il sistema dell’emergenza, così realizzato presenta importanti punti di forza rappresentati da una rete di soccorso differenziata su tre livelli: automedica, ambulanza infermieristica e ambulanza con Centro Mobile di Rianimazione, che potrà fornire un soccorso sempre più capillare ed efficiente. Se a questo aggiungiamo la presenza sul  territorio di un cospicuo numero di Presidi di Continuità Assistenziale (l’ex Guardia Medica), possiamo ritenere il nostro sistema di gestione dell’Emergenza sicuro ed efficace.”

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente del Conferenza dei sindaci, Clemente Mastella che così ha commentato: “Ritengo che il risultato raggiunto sia ragguardevole, in considerazione delle risorse messe in campo e della disponibilità dei medici.

L’Asl ha accolto le preoccupazioni segnalate e insieme al direttore Volpe, abbiamo trovato soluzioni che tengono conto delle specificità dei territori.”

Tags: , ,