venerdì 12 Aprile 2024 Il Benevento espugna Picerno e si rilancia. Fondamentali i cambi | infosannionews.it venerdì 12 Aprile 2024
In evidenza
L’Associazione Schierarsi di nuovo in Piazza il 14 aprile per riconoscere lo Stato di Palestina.

L’Associazione Schierarsi di nuovo in Piazza il 14 aprile per riconoscere lo Stato di Palestina.

L’Associazione Schierarsi, fondata da Alessandro Di Battista, sta proseguendo con successo la raccolta firme per ...

Il 15 Aprile si terrà il quinto incontro formativo del corso sulla violenza doemstica e di genere

Il 15 Aprile si terrà il quinto incontro formativo del corso sulla violenza doemstica e di genere

Nel pomeriggio di lunedì 15 aprile, ore 15-18, presso l’ ...

PD: Sabato 13 aprile il Senatore dem Francesco Verducci a Benevento

Francesco Verducci incontra la dirigenza locale e la stampa.Su invito ...

Stampa articolo Stampa articolo

Il Benevento espugna Picerno e si rilancia. Fondamentali i cambi

18/02/2024
By

Il Benevento si rilancia a Picerno espugnando il Donato Curcio dopo essere stato sotto per 73 minuti. Prendono un gol evitabile i giallorossi autocondannandosi ad una partita in salita. Il Benevento in avanti non sfonda e quando riesce ad essere pericoloso trova Merelli che chiude la porta. Poi i cambi che diventano fondamentali perchè entrano nelle azioni dei due gol. Ciò nonostante negli uomini di Auteri ce ne sono ancora alcuni evanescenti che finiscono per mettere, a volte, in inferiorità numeri i compagni. E’ una squadra, il Benevento, sulla quale Auteri dovrà lavorare e ancora parecchio.

PICERNO (4-2-3-1): Merelli; Pagaliai, Cadili, Gilli, Novella; Pitarresi, Gallo; D’Agostino, Maiorino (23’pt Albadoro), Ceccarelli; Murano. A disp.: Summa, Esposito, Allegretto, Santarcangelo, Ciko, Petito, Albertini, Biasiol, Guerra, Savarese, Graziani. All.: Longo

BENEVENTO (3-4-3): Paleari; Berra, Terranova, Pastina; Simonetti, Talia, Nardi, Masciangelo; Ciano, Lanini, Starita. A disp.: Nunziante, Manfredini, Benedetti, Kubica, Marotta, Ferrante, Improta, Agazzi, Rillo, Viscardi, Carfora, Capellini, Bolsius, Ciciretti. All.: Auteri

Arbitro: Giaccaglia di Jesi.

Assistenti: Boggiani di Monza e Colavito di Bari.

Quarto ufficiale: Guazolino di Torino

Benevento e Picerno si affrontano al Donato Curcio con sensazioni d’animo diverse: sicuramente migliori quelle dei lucani un pò meno quelle dei sanniti. Sono proprio i giallorossi  a farsi vedere per primi in area avversaria al 4° con Starita che mette palla in area ma Merelli anticipa tutti. Subito dopo al 6° il Picerno va in vantaggio: conclusione dal limite di Pitarresi sulla quale interviene Terranova che respinge ma proprio su Ceccarelli che dal limite batte senza pensarci e sorprende Paleari con un tiro centrale. Sulle ali del vantaggio i padroni di casa insistono facendo sbandare la difesa del Benevento e Pastina  si fa  ammonire al 16°. Al 18° però il Benevento trova il pareggio con Ciano ma per l’arbitro ha toccato il pallone con una mano ed annulla la rete. In ogni caso è l’episodio che sveglia un pò i sanniti dal torpore facendoli rientrare in partita. La prima sostituzione dell’incontro è al 23° e la opera Longo costretto a richiamare Maiorino per un problema fisico ed a mettere in campo Albadoro. Benevento in avanti al 24° con Talia che prova la battuta dal limite ma apre troppo e la palla è fuori. E’ Starita al 29° che conquista palla sulla fascia si accentra e fa partire un diagonale che però risulta di poco largo e termina fuori. Il Picerno cerca di togliere l’iniziativa ai giallorossi con azioni per lo più sulla fascia destra. Ma è il Benevento che si fa vedere di nuovo in avanto al 41° con Ciano che viene atterrato all’entrata dell’area ma la sua posizione era di fuorigioco. Bella azione in velocità del Picerno al 42° con Murano che passa dietro la difesa giallorossa ed incrocia il tiro in area con Paleari che devia in angolo. Si giunge al 45° e vengono concessi 2 minuti di recupero al termine dei quali le squadre vengono inviate negli spogliatoi.

Tornano in campo le squadre senza che nessuna delle due effettua sostituzioni. Subito in avanti i giallorossi che al 46° con Ciano mettono palla in area dove svetta Berra ma Merelli para facilmente. Stessa sorte al 53° per un colpo di testa di Lanini. Di nuovo Ciano in evidenza al 56° con un tiro dal limite ma Merelli respinge. Finisce la partita proprio di Ciano e anche di Starita un minuto dopo. Al loro posto entrano Ciciretti e Carfora. Risponde Longo al 62° richiamando D’Agostino e Ceccarelli e mandando in campo Ciko e Biasol. Doppio difficile intervento al 66° di Merelli prima su botta dalla distanza di Pastina e poi sulla ribattuta di Simonetti. Si cambia ancora tra i giallorossi al 67°: fuori Talia e dentro Pinato. Vicino al pareggio il Benevento al 73°. Punizione dalla tre quarti destra di Ciciretti che scodella in area un pallone invitante sul quale Lanini ci va di testa e Merelli riesce per sua fortuna a toccare quel tanto che basta per mandare la palla sulla traversa. Al 77° Pinato entra  in area ma viene messo giù da Biasol. Rigore per il Benevento e giallo per il giocatore del Picerno. Sulla palla Amatino Ciciretti che non sbaglia e porta il Benevento sull’1 a 1. Riprende il gioco il Picerno ma dà la possibilità al Benevento di affondare con Lanini che batte forte a rete dalla parte destra dell’area sul secondo palo. Merelli si distende e respinge ma è lesto Acampora a ribadire in rete. Picerno 1 Benevento 2. All’84° nei padroni di casa entrano Albertini e Petito al posto di Biasol e Murano. Il neo entrato Petito si fa ammonire all’86° per aver simulato un fallo in area di rigore mentre un minuto dopo è Nardi ad entrare duro nel cerchio del centrocampo su un avversario prendendosi anche lui un giallo dall’arbitro. Nuovi cambi per Auteri: all’88°, Improta per Masciangelo, ed al 90°, Ferrante per Lanini. L’arbitro concede poi 5 minuti di extra time durante i quali il Picerno prova a portarsi sul pari ma il Benevento chiude tutti i varchi e porta a casa una preziosissima vittoria.

Tags: