martedì 23 Aprile 2024 Il Conservatorio Nicola Sala festeggia il Capodanno cinese con i suoi allievi | infosannionews.it martedì 23 Aprile 2024
In evidenza

Airola. Inaugurato il comitato elettorale di Forza Italia

Nel corso dell’inaugurazione del comitato elettorale di Forza Italia, tenutasi ...

Via libera della Giunta al sostegno per il pagamento delle utenze di luce e gas

Via libera della Giunta al sostegno per il pagamento delle utenze di luce e gas

La Giunta comunale, su proposta del sindaco Clemente Mastella e ...

Incidente sulla S.S.Telesina, coinvolti 4 veicoli

Incidente stradale lungo la strada statale Teresina. infatti, per causa ...

GESESA, chiusura degli sportelli al pubblico 26 e 27 Aprile 2024.

GESESA, chiusura degli sportelli al pubblico 26 e 27 Aprile 2024.

GESESA comunica che Venerdì 26 e Sabato 27 Aprile gli sportelli ...

Stampa articolo Stampa articolo

Il Conservatorio Nicola Sala festeggia il Capodanno cinese con i suoi allievi

05/02/2024
By

Il Conservatorio Nicola Sala è lieto di annunciare un evento straordinario: un concerto in celebrazione del Capodanno cinese, in programma il 9 febbraio alle ore 18 presso il Teatro San Vittorino di Benevento.

Questo appuntamento rappresenta un’opportunità imperdibile per immergersi nella ricchezza e nella bellezza di una cultura millenaria attraverso la musica e i canti tradizionali, eseguiti con maestria dagli allievi cinesi del “Nicola Sala”. “

Siamo entusiasti di celebrare questa festa attraverso la musica e l’arte, un linguaggio universale che ci permette di connetterci al di là delle barriere culturali” – ha dichiarato il Direttore Giuseppe Ilario, aggiungendo-. “Il Nicola Sala è un luogo di formazione aperto al mondo e questo concerto è un esempio straordinario di come possiamo promuovere l’interscambio culturale e arricchire la nostra comunità con la diversità delle tradizioni musicali.” La Presidente del Conservatorio, Caterina Meglio, ha aggiunto: “Il Nicola Sala è sempre stato un faro di attrattività per studenti provenienti da tutto il mondo. La nostra istituzione promuove l’inclusività e l’apertura verso altre culture, offrendo opportunità uniche di apprendimento e scambio. Questo concerto è un segno tangibile della nostra dedizione a un’educazione musicale globale e al dialogo interculturale.”

Tags: