martedì 16 Aprile 2024 Faicchio: truffano pensionata fingendosi il figlio in difficoltà.Denunciati due ucraini dai Carabinieri | infosannionews.it martedì 16 Aprile 2024
In evidenza

Siamo Forchia, ecco Agostino Verlezza 

Continua la cavalcata di “Siamo Forchia”, gruppo facente capo al ...

San Giorgio del Sannio, Gerardo Campana aderisce a Forza Italia

Gerardo Campana è il volto dell'imprenditoria dinamica e dello spirito ...

Filosofia e danza “ il Linguaggio della danza è: espressione, sensazione, emozione”

Giovedi 18 Aprile 2024 alle ore 18,30 presso il Teatro ...

Elezioni europee. Provvedimenti in materia di comunicazione politica

Elezioni europee. Provvedimenti in materia di comunicazione politica

Elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia di sabato ...

Civico22 sulla sospensione delle attività didattiche del plesso centrale della “Sant’Angelo a Sasso”

Civico22 sulla sospensione delle attività didattiche del plesso centrale della Sant'Angelo a Sasso

Benevento - "Ci duole ritornare sempre sullo stesso punto, ma ...

Stampa articolo Stampa articolo

Faicchio: truffano pensionata fingendosi il figlio in difficoltà.Denunciati due ucraini dai Carabinieri

31/01/2024
By

I Carabinieri della Stazione di San Salvatore Telesino, a conclusione delle indagini scaturite dalla querela presentata da una pensionata 67enne di Faicchio per patita truffa, hanno denunciato alla competente autorità giudiziaria due 24enni, un uomo e una donna, entrambi di nazionalità ucraina, già noti alle Forze dell’ordine per gli stessi reati.

La giovane donna contattava telefonicamente la vittima, fingendosi di essere uno dei figli lamentando problematiche di carattere economico e con artifizi e raggiri la induceva in errore, facendosi accreditare con bonifico la somma di euro 2.418,78 su un conto corrente intestato al suo complice, rendendosi poi irreperibili.

Solo successivamente l’anziana, contattando il figlio, si rendeva conto di essere stata truffata ed ha presentato denuncia.

L’invito dei Carabinieri è quello di assicurarsi prima della veridicità del contenuto delle telefonate e poi di procedere ad effettuare bonifici o altri tipi di pagamento.

I soggetti denunciati sono da ritenersi sottoposti alle indagini e pertanto presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

Tags: