domenica 25 Febbraio 2024 FdI, Sassi: “L’Emancipazione non Giustifica l’Aggressione ai Valori di Vita e Famiglia” | infosannionews.it domenica 25 Febbraio 2024
  • Mastella: "Non inseguo bandiere purchessia: non chiedo piuttosto sono richiesto"
In evidenza
San Lorenzello. Tavolo Tecnico per la videosorveglianza

San Lorenzello. Tavolo Tecnico per la videosorveglianza

Per la videosorveglianza nel Comune di San Lorenzello il sindaco ...

Gli studenti dell'IIS Alberti a lezione in azienda

Nell’ambito delle attività di PCTO nasce la collaborazione tra l’I. ...

Allerta meteo per piogge, c’è l’avviso del sindaco Clemente Mastella

Allerta meteo per piogge, c’è l’avviso del sindaco Clemente Mastella

In ragione dell’allerta diramata dalla Protezione civile regionale, dalle ore ...

Pd : “Dove sosteranno i bus extraurbani a Benevento?”

Pd : Dove sosteranno i bus extraurbani a Benevento?

"Ad oggi una risposta che interesserebbe in tanti, per la ...

Il Benevento 5 getta il cuore oltre l'ostacolo: 3-1 all'Itria.

Mister Centonze: "Successo che vale doppio". Guerra: "Vittoria di platino".Vittoria ...

Puglianello, servizio civile, Mongillo: Parte l’iter per otto giovani.

Al via l’iter per il Servizio civile aperto ai giovani ...

Stampa articolo Stampa articolo

FdI, Sassi: “L’Emancipazione non Giustifica l’Aggressione ai Valori di Vita e Famiglia”

27/11/2023
By

“In qualità di responsabile provinciale del Dipartimento Famiglia e Valori Non Negoziabili di Fratelli d’Italia Sannio, esprimo la mia più profonda solidarietà ai dirigenti e ai membri dell’Associazione Pro-Vita e Famiglia.

Il loro impegno è fondamentale nel panorama dell’associazionismo italiano, specialmente in un contesto dove la difesa di certi valori è sempre più cruciale”.

Lo dichiara alla stampa Claudine Sassi, Responsabile Del Dipartimento  Famiglia e Valori di FdI Sannio.

“Nella Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne – continua – sono profondamente preoccupata e indignata per gli atti di violenza perpetrati da un gruppo di attiviste che, nonostante proclamino l’emancipazione femminile e la non violenza, hanno aggredito e tentato di distruggere la sede dell’Associazione Pro-Vita e Famiglia.

Questi atti di aggressione rappresentano una preoccupante contraddizione: l’emancipazione femminile non può e non deve tradursi in azioni che demonizzano i concetti di vita e famiglia. Tali comportamenti non solo violano le norme di legge e il buon senso basato sul libero scambio di idee, ma si pongono in netto contrasto con i principi di un dibattito democratico e civile.

La Costituzione Italiana riconosce la famiglia come nucleo fondamentale della società e questi atti di violenza vanno contro questo principio fondamentale.

Non posso fare a meno di riflettere criticamente sulle azioni di certi gruppi di sinistra che, dietro una facciata di progressismo e pluralismo, nascondono un’anima intollerante e fanaticamente ideologica, negando il diritto di esistere a chi non segue il loro pensiero.

Concludo ribadendo che la vera emancipazione deve sempre includere il rispetto per tutte le voci e le posizioni, specialmente quelle che con passione difendono i valori di vita e famiglia”.

Tags: