Villa Margherita, due decessi in 48 ore: una 55enne ed un 63enne. Disposta l’autopsia.

Villa Margherita – Dopo il decesso di una 55enne di San Leucio del Sannio, è sopraggiunto presso la clinica di riabilitazione di contrada Piano Cappelle, un’altro decesso, quello di un 63enne di Benevento,un commerciante molto noto in città perchè aveva dei punti di ristorazione molto conosciuti.

Si tratta di due decessi in 48 ore. La donna era rimasta ustionata nel mese di gennaio ed era stata trasportata al Cardarelli di Napoli e in un secondo momento  a Villa Margherita.

Sul posto dopo che il cuore della donna si era fermato per sempre, era giunto il medico legale Umberto De Gennaro che aveva ispezionato la salma della donna che successivamente è stata trasferita presso l’obitorio del San Pio, dove nei prossimi giorni sarà eseguita, su incarico del sostituto procuratore Maria Gabriella Di Lauro, l’autopsia.

L’uomo un 63enne, secondo una prima ricostruzione, da oltre un mese era ricoverato nella struttura di riabilitazione di Villa Margherita poichè, dopo  una forma di neuropatia su base infiammatoria, che gli aveva procurato una paralisi degli arti, diagnosticata al San Pio, dove era rimasto una settimana, il 27 aprile era stato dimesso, ed era stato ricoverato presso la clinica di Villa Margherita.

Sul posto sono giunti i familiari,  assistiti dall’avvocato Roberto Cappa, i Carabinieri e il medico legale Umberto De Gennaro, che ha proceduto al sopralluogo ed all’ispezione esterna della salma, successivamente trasferita presso l’obitorio del San Pio. Da qui nei prossimi giorni su incarico del pm Maria Gabriella Di Lauro, sarà eseguita anche questa ulteriore autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *