giovedì 22 Febbraio 2024 Presso l’Istituto G.Alberti si terrà il convegno ” Mi Aiuti A Capire?” per comprendere l’immenso mondo dei BES | infosannionews.it giovedì 22 Febbraio 2024
  • Solopaca:cantiere sospeso e imprenditore sanzionato per mancanza di sicurezza sui luoghi di lavoro
In evidenza

Teatro Eidos.Presso il Teatro San Nicola in scena Fiabe al Telefonino

Sesto appuntamento, domenica 25 febbraio 2024 alle ore 17,00 presso ...

Convegno all'Unisannio su: realtà psichica, realtà digitale.Un'integrazione possibile?

L'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Benevento, l'UniSannio, la Società ...

Orientamento scolastico in Campania. L'Istituto G.Alberti di Benevento aderisce al progetto Orientalife.

L’Istituto Alberti per l’a.s. 2023-24  ha aderito al progetto di ...

Carabinieri Forestale: Scoperta cava abusiva per costruzione capanno agricolo

Il rafforzamento delle attività preventive mirate al controllo sull’uso del ...

Stampa articolo Stampa articolo

Presso l’Istituto G.Alberti si terrà il convegno ” Mi Aiuti A Capire?” per comprendere l’immenso mondo dei BES

24/05/2023
By

“Quando la scienza è al servizio dei giovani per comprendere l’immenso mondo dei BES.”

Il giorno venerdì 26 maggio 2023 alle ore 9,30 presso l’aula magna dell’I.I.S. G. ALBERTI si terrà il convegno ” Mi Aiuti A Capire?” organizzato dalla scuola con il Patrocinio dell’Università Giustino Fortunato di Benevento. Tale incontro si pone l’obiettivo di far conoscere più da vicino agli studenti il delicato mondo dei Bisogni Educativi Speciali, affinché possano acquisire una completa consapevolezza sui temi relativi all’ inclusione sociale.

 L’incontro avrà come relatori il dott. Roberto Ghiaccio, esperto di neuropsicologia degli apprendimenti e psicodiagnosi disturbi del neurosviluppo, linee guida DSA e docente presso l’Unifortunato e il prof. Fabrizio Stasolla, associato di Psicologia dello sviluppo presso l’Unifortunato.

 Questo evento si pone come una grande opportunità per tutta la comunità per di imparare a vivere la diversità con maggior naturalezza e durante la sessione i due esperti cercheranno di fare chiarezza sui temi dell’accettazione e dell’inclusione.

 La novità è, però, che i destinatari non saranno solo docenti ed educatori, come avviene di consueto, ma proprio gli studenti, protagonisti indiscussi nelle dinamiche sociali nell’età più delicata dello sviluppo dove comportamenti giusti o sbagliati possono fare la differenza; per tali motivi gli argomenti trattati da Ghiaccio e Stasolla saranno incentrati sulle pratiche inclusive da adottare nel percorso scolastico.

L’obiettivo di educare all’inclusione è sicuramente un’emergenza sociale ed esistenziale nella società di oggi ma soprattutto nelle scuole, che sono il primo luogo in cui i ragazzi sperimentano relazioni decisive per la costruzione della propria personalità e dove si forma la propria identità sociale.

Educare all’inclusione non significa solo sensibilizzare alla condizione di disabilità o di diversità declinata in tutte le sue sfumature, ma richiede la maturazione di uno spirito accogliente e comprensivo nei confronti del diverso, che si traduca in buone pratiche quotidiane.

Un doveroso ringraziamento va dunque alla Dirigente Scolastica, Silvia Vinciguerra, all’Unifortunato e ai Dott.ri Ghiaccio e Stasolla, grandi esperti delle tematiche oggetto della discussione e punto di riferimento per le scuole e per tutti coloro che lavorano ogni giorno per combattere il pregiudizio e la discriminazione sociale.

Tags: