domenica 29 Gennaio 2023 Rientra l’emergenza acqua: Mastella firma l’ordinanza di ripristino di potabilità. Dall’amministrazione però un deficit comunicativo impressionante. | infosannionews.it domenica 29 Gennaio 2023
  • Pd: Cacciano e Del Basso De Caro, il giorno della riscossa
Smooth Slider

Si cerca il tema del Design per la BeneBiennale

Il design è soprattutto l’intelligenza che si diverte e studia ...

Accademia superata in casa dal Volleyro

Brutto stop per l'Accademia Volley che ieri sera è stata ...

EdilBen Sant'Agnese: il punto su under 15 e under 17

Nuovo anno, nuove sfide per l’EDILBEN Basket Sant’Agnese che si ...

Il Comitato Sannita Abc manifesta davanti la Regione Campania e chiede un incontro a De Luca

Ieri pomeriggio, 27 Gennaio 2023,  il Comitato sannita Abc, con ...

Tradizione Ceramista, firmato il patto di amicizia tra Cerreto Sannita e Rutigliano

A Rutigliano, in provincia di Bari, è stato stipulato il ...

L’Anpi di Benevento per la memoria dell’Olocausto e per la lotta alle discriminazioni

La sezione di Benevento dell’Anpi ha celebrato il Giorno della ...

Stampa articolo Stampa articolo

Rientra l’emergenza acqua: Mastella firma l’ordinanza di ripristino di potabilità. Dall’amministrazione però un deficit comunicativo impressionante.

19/11/2022
By

Comune e Gesesa contro Arpac? Sembra di si se l’Arpac rileva una elevata presenza del tetracloroetilene nell’acqua servita ad una parte dei cittadini di Benevento, le analisi eseguite dal Comune e dalla Gesesa invece riscontrano una presenza nella norma che poi è stata confermata dalle nuove analisi effettuate dall’Arpac. Da queste verifiche  così succedutesi si sono susseguiti, dalla serata di giovedì, una serie di ordinanza, incontri tra istituzioni, mezze notizie date al volo ai soliti noti ed ad altri no, fino alla conferenza di stamattina, che per l’importanza che rivestiva, sarebbe dovuta essere annunciata attraverso i canali istituzionali ed invece affidata ad un passa parola, segno di poco rispetto per i rappresentanti dell’informazione ed una organizzazione istituzionale molto approssimata.

Intanto per il momento l’acqua è potabile, come ha dimostrato il primo cittadino bevendone un bicchiere e più alla presenza della stampa e della maggioranza salvo però decidere, con la Regione Campania mediante il finanziamento di una serie di misure, di completare il Piano di Caratterizzazione e l’impianto di filtri a carboni attivi per i pozzi incriminati. Ci sarà poi una risorsa idrica aggiuntiva per la città con acqua che proverrà da Solopaca con un intervento di costruzione di una nuova conduttura.

Si chiude così questa telenovella che ciclicamente si ripresenta, con tutti i buoni propositi del momento, salvo poi mandare tutto nel dimenticatoio. Anche tutte le problematiche poi relative al tipo di acqua proveniente da Solopaca sono state dimenticate, restano comunque cittadini di serie A e serie B in città circa la qualità dell’acqua servita ma non ci sono tariffe diversificate per la serie A e la serie B.

Tags: