lunedì 3 Ottobre 2022 Il Benevento perde a Genoa per 3 a 2 e va fuori dalla Coppa Italia | infosannionews.it lunedì 3 Ottobre 2022
  • Classifica dell’indice di criminalità. Benevento tra le province più sicure d’Italia, Mastella: “Risultato importante”
Smooth Slider

Caccia ai Tesori Arancioni, a Cerreto Sannita una bella domenica di sole all’insegna della cultura

“Caccia ai Tesori Arancioni”, a Cerreto Sannita una bella domenica ...

Benevento: ottimo inizio di stagione per l’Accademia Olimpica di Scherma Maestro Antonio Furno.

Nello scorso fine settimana il club sannita ha ottenuto importanti ...

Convocazione degli organi del PD Sannita per analisi del voto, confronto e dibattito

Convocazione degli organi del PD Sannita per analisi del voto, confronto e dibattito

Nella giornata di sabato, 01 ottobre, si è riunita la ...

Ottima partecipazione alla prima riunione post-voto del Movimento 5 stelle sannita.

Ottima partecipazione alla prima riunione post-voto del Movimento 5 stelle sannita.

Ad incontrarsi, sabato pomeriggio, gli attivisti del gruppo che ha ...

Classifica dell’indice di criminalità. Benevento tra le province più sicure d’Italia, Mastella: “Risultato importante”

Classifica dell’indice di criminalità. Benevento tra le province più sicure d’Italia, Mastella: “Risultato importante”

Benevento tra le province più sicure d’Italia, Mastella: “Risultato importante ...

Vitulano: il consigliere comunale Pietro Rivellini aderisce a Forza Italia

Pietro Rivellini, medico e Consigliere comunale di Vitulano, aderisce a ...

Stampa articolo Stampa articolo

Il Benevento perde a Genoa per 3 a 2 e va fuori dalla Coppa Italia

08/08/2022
By

Queste le formazioni sul rettangolo di gioco.

Genoa (4-2-2-2): Martinez; Hefti, Bani, Dragusin, Sabelli; Badelj, Frendrup; Portanova, Gudmundsson; Coda, Ekuban. A disp.: Semper, Vodisek, Czyborra, Melegoni, Vogliacco, Favilli, Candela, Yeboah, Jagiello, Cassata, Besaggio, Yalcin, Masini, Kallon, Galdames. All.: Blessin

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Pastina, Foulon; Koutsoupias, Viviani, Acampora; Vokic, Forte, Improta. A disp.: Manfredini, Lucatelli, El Kaouakibi, Masciangelo, Karic, Tello, Farias, Thiam Pape, Insigne, La Gumina, Ionita, Talia, Sanogo, Barba, Capellini. All.: Caserta

Primo match della stagione del Benevento in Coppa Italia a Marassi contro il Genoa. Squadra in campo senza La Gumina, Farias, Ionita e Insigne. Caserta lascia in panchina anche Barba e schiera in difesa l’annunciata  coppia Pastina-Glik, dà le chiavi del centrocampo a Viviani e schiera in attacco il trio Vokic-Forte-Improta. 

Nei primi 45° minuti netta supremazia dei rossoblu con i giallorossi molli e senza idee. Il gioco latita e anche atleticamente non convincono gli uomini di mister Caserta che sbaglia a tenere fuori uomini del calibro di Farias e La Gumina. E se sul secondo si può obiettare che è arrivato da poco, sul primo l’uomo di Melito di Porto San Salvo ci ha puntato facendolo giocare anche nelle gare precampionato. 

Difatti la fascia sinistra affidata a Foulon, preferito a Masciangelo, ed Improta non produce alcunchè mentre dall’altro lato Vokic al solito è evanescente. Nulla può Forte quasi per niente servito al centro. 

Dopo due traverse, la prima di Coda in apertura e di Portanova di testa al 21°, i liguri passano al 35°. Contatto dubbio al centro del campo tra Sabelli e Letizia con il rossoblu che colpisce al volto il capitano. L’arbitro lascia correre e Coda sulla fascia destra della difesa giallorossa, guarda caso quella presidiata da Letizia a terra nel centro del campo, difende palla e con un diagonale lancia  Gudmundsson sulla fascia opposta che, dimenticato dalla difesa, da pochi passi infila la rete.

Al 45° il raddoppio del Genoa. Errore in rilancio di Pastina, contrasto molle di un giallorosso sugli avversari e Coda può lanciare di nuovo Gudmundsson in area che salta anche Paleari e raddoppia.

Al 48° angolo del Benevento con Glik che in area di testa accorcia le distanze.

Si torna in campo e nessuno dei due allenatori cambia uomini.  Ad ogni modo sembra essere scesa con un altro piglio in campo la squadra giallorossa che al 51°, su cross di Koutsoupias, affida a Forte in area la possibilità del pareggio con la punta che anticipa il suo avversario e sfiora il palo alla sinistra di Martinez.

Va un pò in difficoltà il Genoa ma al 61° una ingenuità di Viviani da una mano ai rossoblu. Il play del Benevento nella propria area mette la mano in faccia a Sabelli atterrandolo. Il Var richiama l’arbitro Colombo che assegna il rigore trasformato poi da Coda che spiazza Paleari ed ammonisce sia Viviani che Letizia per proteste.

Iniziano le sostituzioni : al 66° nel Genoa entrano Galdames e Jagiello per Sabelli e Portanova; nel Benevento La Gumina e Tello al  posto di Vokic e Acampora;  al 72° nei rossoblu Yeboah e Yalcin al posto di Ekuban e Gudmundsson mentre al 74° tra i giallorossi Farias e Karic al posto di Improta e Viviani; all’80° entra Masciangelo al posto di Koutsoupias ed all’86° lascia anche Coda per Melegoni.

Nel mentre c’è da annotare l’ammonizione di Tello al 78° ed un gol in netto fuorigioco annullato da Colombo di Yeboah all’81°.

Si fa vedere il brasiliano Farias all’89° che in area quasi dal fondo spara a rete e Martinez risponde di piede. Prova a risponde Jagiello al 90° ma nulla da fare. Vengono così concessi 6° minuti di recupero durante i quali ci sono altri due cartellini gialli, per Forte e Yeboah, ed il gol, al 95°,  del 2 a 3 di Karic con un rasoterra angolato da fuori area. 

Poi tutti negli spogliatoi e domenica è già campionato al Ciro Vigorito contro il Cosenza alle 20:45.

Tags: