giovedì 6 Ottobre 2022 A.O.R.N. “San Pio”: Quì la buona sanità. Lettera di gratitudine di una paziente | infosannionews.it giovedì 6 Ottobre 2022
  • Ucraina, De Luca annuncia: "Una grande manifestazione per la pace a Napoli sabato 29 ottobre".
Smooth Slider

Apollosa, la maggioranza: Dalla minoranza solo polemiche pretestuose!

"Il Consiglio Comunale di Apollosa, in data 4 ottobre, al ...

Benevento la città con più contagiati nel periodo dal 28 settembre al 4 Ottobre

Maglia nera della Campania Benevento con 391 contagiati nel periodo ...

Maglione: «Minacce a Volpe provano che Sannio non è un’oasi felice».

Maglione: «Minacce a Volpe provano che Sannio non è un’oasi felice».

«Nell’esprimere la mia solidarietà al direttore dell’Asl Gennaro Volpe, invito ...

Pubblicato il bando della decima edizione di Cinefrutta riservato alle scuole medie e superiori

È online il bando della decima edizione di Cinefrutta, il ...

Telese Terme e Viterbo, “gemellate” grazie alle terme e al telesino Antonio Di Pietro

L’evento di presentazione del libro di Antonio Di Pietro è ...

Imprese: “boom” di adesioni a Limatola per sos a governo contro cartelle esattoriali.

“E’ stato un vero e proprio successo l’avvio della raccolta ...

Stampa articolo Stampa articolo

A.O.R.N. “San Pio”: Quì la buona sanità. Lettera di gratitudine di una paziente

25/07/2022
By

“La malasanità è uno dei cavalli di battaglia dei disfattisti di mestiere. Certo, non tutto ed ovunque funziona come dovrebbe o quantomeno secondo le aspettative e le necessità di chi soffre.”

È questa la ragione che ha indotto una paziente oncologica a <<cambiare struttura>> e ad indirizzarsi speranzosa al <<Rummo>> di Benevento.

Quivi, racconta in un’appassionata lettera, ha trovato quella medicina, che, come dice la stessa etimologia del termine, si prende cura dei malati con competenza, passione e dedizione .

In questo il motivo che entusiasticamente la porta a <<lodare … apprezzare … gridare al mondo la serietà e la professionalità>> del personale del nosocomio pubblico del capoluogo sannita.

<<A Bn – prosegue la missiva – sono seguita dalla splendida dott.ssa Bareschino, dall’eccellente chirurgo Annecchiarico e dal bravissimo e paziente dott. Palmieri che con tutta la sua equipe mi ha sempre aiutato e sostenuto […] ad ogni telefonata il signor Lello e la signora Antonietta mi hanno accolto e risolto i problemi>> che man mano si presentavano.

La paziente, forte della sua bella cultura classica, accenna, poi, all’importanza della cosiddetta “terapia del sorriso”, come premessa <<per ringraziare Dio e tutti questi meravigliosi professionisti, che con dolcezza, serietà e amore mi seguono ogni giorno>>, infondendo linfa vitale per sconfiggere il temuto nemico.

Tags: